Home > politica > Revocare le deleghe al vice sindaco De Candia è stato un attacco alla democrazia

Revocare le deleghe al vice sindaco De Candia è stato un attacco alla democrazia

paola capodannodi Paola Capodanno*

Ieri, 9 gennaio è stata scritta una brutta pagina della politica procidana. Il primo cittadino, Vincenzo Capezzuto ha revocato le deleghe di vicesindaco e di assessore al leader  del gruppo politico Adesso! Procida Elio De Candia. L’operazione istituzionale è stata preceduta da un attacco mediatico, configuratosi in un articoletto anonimo e di bassissimo profilo apparso, ieri mattina, tra le pagine del quotidiano IL Golfo. La colpa del vice sindaco De Candia (oggi ex) è quella di aver costituito un gruppo politico, di ispirazione di centro-sinistra, dialogante con tutte le forze politiche di tale estrazione presenti sul territorio. La colpa appare essere quella di dialogare con gli elementi di spicco della politica campana, che si mostrano oggi finalmente sensibili ed interessati a prendere in considerazione le problematiche e le necessità dell’isola di Arturo. La colpa appare essere quella di aver fatto avvicinare alla politica locale persone nuove, forze giovani, persone già impegnate in attività sociali e lavorative di altissimo profilo altrove, che vengono definite solo in virtù della giovane età, con molto disprezzo e volgarmente “teste di legno”. La colpa appare essere quella di aver parlato alla gente, ai cittadini interessati ad avvicinarsi alla politica con semplicità, desiderio di apertura, di dialogo, invocando al senso di responsabilità. La colpa è: aver rifiutato di COSPIRARE, TRAMARE, MACCHINARE, INVIDIARE, SPETTEGOLARE, MENTIRE, FARE ACCORDI SOTTO BANCO.

Quello perpetratosi ieri 9 gennaio è un attacco alla DEMOCRAZIA, un attacco aggressivo, sfrontato e grave. Ottenuto con le armi dell’istituzione, da parte di chi interpreta  il ruolo di primo cittadino come un ruolo di potere da utilizzare a proprio uso e consumo, affossando le istituzioni. Siamo alla resa dei conti: la mannaia del Potere ha colpito apertamente noi LIBERI cittadini. Perché purtroppo è questo l’accadimento, attraverso la pugnalata ad Elio De Candia è stata colpita la gente comune. La gente che si incontra liberamente e vuole cambiare il paese. La gente che ha speranze, idee. La gente di buona volontà. E questo è INACCETTABILE. È inaccettabile, che dalle stanze della casa del fare il Despota, sempre più solo, tra assenteisti, fannulloni, utilizzi la macchina istituzionale per colpire un cittadino che ha sempre assolto con impegno e dedizione il suo compito di vice sindaco, assessore, e garante della democrazia. Dalle stanze della famosa villa appare l’esercito in divisa che trasporta un bavaglio. Ma il bavaglio non riuscirà ad ammutolirci, al contrario. Il bavaglio ci darà ancor di più la forza di prendere le distanze da certa politica e certi personaggi, che da quello stesso bavaglio si troveranno strangolati. Ferisce più la penna che la spada, caro SINDACO.

Preparati a chiarire le tue motivazioni con veemenza, e sii convincente. Il nostro gruppo andrà avanti con determinazione e concentrazione. Molti appuntamenti ci attendono: in primis le primarie del primo febbraio del PD, dove ci auguriamo che ci sia una proficua collaborazione con il Leader della Procida che vorrei,  politico serio ed affidabile, da sempre attento all’interesse della comunità e della nostra amata isola Dino Ambrosino. Al caro Dino voglio solo ricordare che sarebbe molto utile cominciare a parlarci seriamente e serenamente per avviare un discorso politico nuovo e di cambiamento per i destini della nostra isola. Noi speriamo che non voglia sottrarsi a questo collaborativo incontro, per motivi che apparirebbero a tutti incomprensibili. Ovviamente se così non fosse ce ne faremmo una ragione e continueremmo ad andare avanti determinati.

E Adesso? E Adesso pensiamo alla Procida che Vogliamo.

*Portavoce gruppo politico Adesso! Procida PD-NCD Leader politico Elio De Candia orientamento politico centro- sinistra

Potrebbe interessarti

Anche il Circolo di Procida in piazza a Roma per la manifestazione PD

PROCIDA – Questa mattina a Roma presente anche il circolo P.D. di Procida guidata dal …

Un commento

  1. Adesso Procida – PD – NCD Ma che caspita significa questa sigla??? Non sapevo che Vincenzo Capezzuto Jr fosse dell’NCD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *