Home > scuola > Risposta al commissario per l’isola di Procida di Forza Italia, dott. Menico Scala

Risposta al commissario per l’isola di Procida di Forza Italia, dott. Menico Scala

Riceviamo e pubblichiamo

Leggo quanto pubblicato sul Procidano nella giornata del 21 marzo, a firma del dott. Scala e apporto alcuni chiarimenti.

Il dott. Scala sostiene di aver appreso da alcuni genitori che, nella giornata di ieri, a causa della pioggia, alcune classi al plesso centrale dell’I.C. Capraro sarebbero state spostate in quanto all’interno delle stesse cadeva acqua dal soffitto, evidentemente, per problemi di impermeabilizzazione del lastrico.

Le notizie riferite al dott. Scala non corrispondono a quanto avvenuto ieri: in realtà un’aula al primo piano del plesso Capoluogo, occupata tradizionalmente dalla II B, già nella giornata di martedì 20 marzo veniva da me interdetta perché nuovamente oggetto di infiltrazioni. Del tutto informavo, come mio dovere, il Comune di Procida, responsabile, per legge, della manutenzione ordinaria e straordinaria.

Rispondo al dubbio che tra parentesi il dott. Scala esprime, chiedendosi se i lavori sono stati eseguiti pochi mesi fa. Ebbene sì: il Comune, dal mese di settembre, è intervenuto esattamente sulla stessa superficie, con ditte diverse, ma purtroppo il problema non è stato risolto (come da me sottolineato in un carteggio con l’ufficio tecnico del Comune, a cui ho chiesto una relazione in merito).

In quanto a improbabili raccolte di fondi, ho la sensazione che il dott. Scala avanzi una proposta solo di tipo provocatorio, dal momento che, in qualità di consigliere comunale, credo sia meglio informato di me, sull’andamento della gara espletata per i lavori strutturali al plesso Capoluogo. Ad ogni buon conto, ove mai non avesse notizie dettagliate, proprio stamattina ho ricevuto una lettera del Sindaco (prot. n.1858/06.08 del 22.3.2018) con la quale mi informa che il 18 marzo la gara in oggetto si è chiusa con una partecipazione massiccia di aziende: l’autorità regionale competente sta già analizzando i requisiti per poi procedere all’aggiudicazione. Il Sindaco, nella lettera, mi comunica che a giugno, a conclusione dell’anno scolastico, partiranno i lavori.

Per quanto riguarda la situazione di sporcizia nella quale ci siamo ritrovati all’indomani delle elezioni, quando la scuola ci è stata restituita, ho provveduto ad esprimere le mie rimostranze al Comune, responsabile della sanificazione dei locali. Aggiungo che, ovviamente, oltre alla legittima protesta, mi sono anche preoccupata, comunque, di garantire la pulizia immediata da parte dei collaboratori scolastici.

Infine: apprezzo che il consigliere Scala mi definisca “massima responsabile della scuola procidana”, anche se ho la fortuna di avere un nome e un cognome e capisco che sia rimasto particolarmente colpito da un articolo a mia firma apparso su Repubblica qualche giorno prima delle elezioni politiche, dal momento che sovente lo cita e, a quanto pare, lo ricorda a memoria, nonostante siano passate ormai già diverse settimane. Possiamo avere idee diverse, ma continuerò, al di là di qualche facile ironia, a dire la mia opinione sulle leggi che riguardano la scuola, senza paura di incorrere negli strali o nelle polemiche di chi, legittimamente, la pensa in modo diverso.

Giovanna Martano, dirigente scolastica I.C. “1° C.D. Capraro”- Procida

Potrebbe interessarti

Procida: Stop alla circolazione dei veicoli il 25 Aprile e 1 Maggio

PROCIDA – Ad anticipare le nuove disposizioni per la mobilità territoriale è il Sindaco Ambrosino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *