Home > Comunicati Stampa > Salvato un 50enne a largo del lungomare di Pozzuoli

Salvato un 50enne a largo del lungomare di Pozzuoli

Capitaneria di Porto(c.s) Nel pomeriggio di ieri, a seguito di segnalazione pervenuta al numero di emergenza 1530 della Guardia Costiera di Napoli, il personale militare della Capitaneria di porto di Pozzuoli è prontamente intervenuto per trarre in salvo un ultra 50enne di Napoli che rischiava di annegare nelle acque antistanti il lungomare di Pozzuoli, proprio al confine tra il Comune di Pozzuoli e quello di Napoli. In particolare, il malcapitato, a causa di una forte risacca presente in zona è rimasto in balia delle onde ed i suoi tentativi di ritornare a riva autonomamente sono risultati vani. Grazie alla provvidenziale segnalazione dei passanti, che hanno notato la grande difficoltà natatoria del soggetto, l’uomo è stato tratto in salvo a seguito di un intervento sia via mare che via terra della Guardia Costiera di Pozzuoli. Le condizioni del mare erano tali che i primi tentativi dei soccorritori non sono andati a buon fine. Infatti, sia il tentativo di issare la persona a bordo del gommone della Guardia Costiera che, la successiva prova di tirarlo a riva mediante salvagente anulare, con annessa cima di traino, sono risultati proibitivi a causa sia del moto ondoso, della presenza di scogli affioranti nonché dell’imponente stazza del soggetto in questione. Pertanto, quale ultimo tentativo, un militare della guardia costiera di Pozzuoli si è tuffato in mare e con enorme difficoltà, è riuscito ad accompagnare a riva l’uomo. Nel frattempo è stata allertata anche un’ambulanza del servizio 118 al fine di verificare lo stato di salute del soggetto che, però, ha voluto rinunciare ad ogni cura\controllo. Sicuramente trattasi di un soccorso terminato con esito più che positivo che fa emergere sicuramente la professionalità e l’abnegazione del personale militare impiegato a vario titolo nelle operazioni di soccorso ma a trionfare è, anche, il senso civico dei cittadini che non hanno mancato di segnalare una situazione di pericolo che avrebbe potuto avere un epilogo anche differente.

Potrebbe interessarti

ISCHIA: PESCATORI DI FRODO IN AREA MARINA PROTETTA – SEQUESTRATA UNA RETE E NASSE IN ZONA “A” A RISERVA INTEGRALE E ZONA B n.t. – LOCALITA’ SANT’ANGELO

ISCHIA – A seguito di attività di controllo pesca nelle zone dell’Area Marina Protetta “Regno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *