San Giovanni Battista, quello che annunziava la venuta di Cristo

di Giacomo Retaggio

Oggi è San Giovanni Battista, quello che annunziava la venuta di Cristo. “Era la voce di colui che grida nel deserto” e diceva che dopo di lui”sarebbe venuto uno a cui lui non era degno neanche di sciogliere i calzari”. Quanta poesia e quanta fede in queste parole! Sembra di vederlo, con il bastone e la bisaccia attraversare la polvere del deserto. E’ un’immagine dal forte carisma. Un uomo fortemente impregnato di sacralità. Come se la venuta di Cristo su questo mondo non fosse più la stessa senza il cammino preparatorio di Giovanni Battista.E vedi un pò ai giorni nostri, sembra fatto apposta, ma non lo è. San Giovanni che precede l’andata a Napoli del nostro Cristo morto! Come duemila anni fa l’evangelista precede il Maesto. In un paio di giorni si sviluppa la nascita, la passione e la morte del Nazareno. “Salvete Cristi vulnera! Cristo, noi siamo polvere di fronte a te. Salvaci! Noi ti vorremmo seguire tutti lungo le strade di Napoli come i cristiani di un tempo ti seguirono lungo le strade della Palestina.Noi ti vorremmo seguire tutti, ma non tutti ce la facciamo. Io personalmente non ce la faccio. Accetta, mio Signore l’intenzione. Il tuo volto martoriato è mirabilmente rappresentato nella scultura di Lantriceni. Questo scultore si è dannato, si è immerso nel senso del dolore, si consunto nella rappresentazione del dolore di Cristo. Il risultato è stato al di sopra delle capacità umane: è il dolore di un Dio! Davanti a questa immagine ho visto piangere gente senza ritegno. Un tempo, quando il Cristo entrava nel carcere del palazzo D’Avalos, i carcerati sostituendosi ai Turchini, se lo caricavano sulle spalle e facevano il giro del piazzale interno. Solo il Cristo entrava in quella fogna umana.Tutt’intorno regnava il silenzio assoluto: si udivano i passi sul basolato; molti detenuti piangevano senza ritegno. Questa è la tua forza, mio Cristo! La forza della fede e del perdono.

Potrebbe interessarti

La Chiesa e la mancanza di vocazioni

Di Giacomo Retaggio Qualche giorno fa mi giunse un messaggio di don Vincenzo Vicidomini, parroco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.