Home > politica > Scala (F.I.): Regolamenti approvati ma non applicati

Scala (F.I.): Regolamenti approvati ma non applicati

PROCIDA – Il 30 maggio scorso, presso la sala “V. Parascandola” in via Libertà, si è tenuta una riunione del Consiglio Comunale nel corso della quale, tra l’altro, è stato approvato il Bilancio Consuntivo del Comune di Procida 2017. «E’ l’ennesimo parere sfavorevole del Revisore che ha contraddistinto il documento contabile – dice il capo gruppo di “Per Procida” Menico Scala – bocciato sostanzialmente su alcuni aspetti che non hanno convinto l’organo di controllo, e gli stessi potrebbero rischiare di tramutare il parere favorevole del Bilancio di Previsione che era condizionato ad obiettivi che l’Amministrazione avrebbe dovuto ottenere nel primo semestre 2018. Insomma, anche se per gli eventi naturali e programmati da tempo, si è equilibrato un bilancio strutturale del Comune di Procida riducendo notevolmente le spese del personale, provocando una riduzione rilevante di servizi da offrire alla cittadinanza, da un punto di vista finanziario e programmatico c’è ancora tanto da fare, anzi tantissimo, visto che gli obiettivi sono lontanissimi da essere raggiunti, sia per le fasi di accertamento sia per le vendite immobili e di quote di partecipazione. Proprio su questi ultimi punti – continua Scala – è stato da tempo approvato un programma cronologico da rispettare ma, gli anni passano e nulla si vede all’orizzonte». Per quanto riguarda gli altri argomenti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale: «E’ stato importante – sottolinea Scala – aver espresso all’unanimità un pensiero di ampia solidarietà al Presidente Mattarella accusato strumentalmente, nei giorni scorsi, in un momento delicato per la vita del nostro paese. Sulle altre questioni ho espresso perplessità sull’approvazione di un regolamento proposto dall’amministrazione in quanto, per dare maggiore uniformità allo stesso, sarebbe stato importante discuterlo in Commissione Commercio. La richiesta di rivisitazione del documento è stata anche incentrata sull’impegno che una Commissione Commercio (anche alla luce del subentro di due esperti quali Frantellizzi Maurizio e Bevere Antonio) potrebbe far emergere un regolamento più dettagliato e condiviso. In effetti – continua Menico Scala – il problema del mercatino degli hobbysti in una situazione di un mercato imprenditoriale già tartassato, sia da un sistema di imposizione fiscale sia da una situazione contributiva elevatissima, in aggiunta si vive un territorio molto ristretto, rischia di alimentare, da un lato falsi aspettative, dall’altro una “lotta tra poveri” che creerebbe solo danni. Per tale motivo è necessario un lavoro attento e una rivisitazione del Regolamento con una categoria, quella del commercio, posta sotto pressione anche dal fatto che, per quanto riguarda il Regolamento degli itineranti, sono passati due mesi dall’approvazione e non si vede ancora nessuna applicazione. Il dubbio che sovviene, a questo punto, è che i regolamenti si fanno ma non vengono attuati e le finalità che sono prefissate non trovano attuazione. Nel complesso, mancano meno di due anni alle prossime elezioni, speriamo che qualcosa l’Amministrazione riesca a raggiungere per proporre ai cittadini nel loro programma elettorale, perché allo stato attuale si è salvato ben poco.

Un abbraccio – conclude Scala – va alla famiglia Vocciante per la scomparsa di Piero, un ex dipendente comunale, che ha condiviso diversi anni con la struttura pubblica il suo impegno lavorativo».                      

Potrebbe interessarti

Si prega di non sedersi grazie

PROCIDA – La vita, a volte, riserva situazioni al limite del paradossale che neanche il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *