Home > politica > Scala: “Per Procida” sta svolgendo una opposizione sana e costruttiva

Scala: “Per Procida” sta svolgendo una opposizione sana e costruttiva

PROCIDA – (Comunicato stampa gruppo “Per Procida”) – Non ce ne voglia il consigliere delle tasse, ma il gruppo Per Procida, per quel “che rimane” come definisce lui, non è spaccato anzi sta seguendo una linea politica che riesce ad assicurare, con i pochi mezzi che la Legge mette a disposizione di una minoranza consiliare, una sana e costruttiva opposizione e non si limita alla partecipazione dei soli consiglieri comunali bensì può contare anche su amici, professionisti, appartenenti categorie che supportano le scelte.

Per il voto contro l’assestamento di Bilancio, non si tratta di essere sfavorevoli al rifacimento di parte del campo sportivo” Mario Spinetti” con un credito d’imposta a tasso agevolato, che sempre comporterà la restituzione mediante una rata di mutuo annuale da iscrivere in bilancio, cosa ben diversa dall’utilizzare finanziamenti a fondo perduto (come fatto per gran parte dei finanziamenti pubblici da “quelli di prima”) quando la struttura era fatiscente così come lo è ora. Poi si parla di incremento della spesa sociale, probabilmente sulla carta, mentre nella sostanza sono mesi che diversi servizi non vengono offerti proprio per il mancato pagamento della quota all’ambito. In aggiunta c’è un parere completamente SFAVOREVOLE del revisore dei conti, al quale, i conti del bilancio di previsione non tornano troppo. Forse l’imposta di sbarco godrà di una maggiore entrata rispetto agli anni addietro considerato che la congiuntura economica e la crisi e i pericoli di attentati di altri paesi, rendono l’Italia e le sue bellezze appetibili e piacevoli da invadere. Un parere SFAVOREVOLE anche per il non aver completato la documentazione a corredo del documento che si andava ad approvare. E, in aggiunta, disatteso anche l’impegno per il progetto rampa da destinare ad un lido del litorale procidano a tutti i soggetti che hanno difficoltà motorie, ma ciò non toglie che bisogna portare avanti questa nobile finalità.

Sull’aspetto politico c’è poi da considerare il fatto che variare il bilancio di soli 40.000 per un finanziamenti estivo è ben poca cosa se si considera che, in paesi limitrofi, la Regione Campania ha concesso molto di più (circa il doppio) per la Gara dell’Asino. Per fortuna il governo Regionale veste lo stesso colore politico, altrimenti ci saremo dovuti accontentare di qualche mollichina e delle risorse isolane che sono tante e che non ci si stanca mai di ringraziare. Ricordiamo che negli ultimi anni, “quelli di prima” hanno lasciato in eredità finanziamenti corposi per la stagione estiva e l’anno scorso pure 100.000 furono omaggiati ai comuni. Speriamo che non ci sia una escalation verso il basso.

Ritornando alla questione Campo Sportivo, e di regolamentazione dello stesso, siamo stati favorevoli in quasi tutto, forse qualcuno non è stato molto attento, ad eccezione del fatto che il Comune si riserva la possibilità di concedere a terzi la gestione dello stesso ad associazioni o società sportive o altre. Questo ci lasciava, e ci lascia, dubbiosi sul fatto che oggi la struttura è un punto di ritrovo per giovani e di garanzia per le famiglie che sono garantite dalle associazioni le quali investono sui giovani calciatori sapendo di riuscire a coprire le spese (anche quelle del fitto del campo). Un domani, con questa clausola, una società che investirà sul campo avrà i suoi tornaconti a discapito di tutti e si rischierà di perdere tutto. Volevamo votare il regolamento a punti, ma non è stato possibile. Questo il nostro motivo del dissenso, a garanzia dei giovani e dei meno giovani che si dilettano con le attività sportive calcistiche.

Poi si legge di un attacco alla minoranza per la mancata trasparenza in passato su una concessione, in località lingua, di uno stabilimento balneare che di certo ha riqualificato la zona e terrei a precisare che dopo aver verificato negli uffici preposti, le concessioni demaniali hanno sempre seguito un iter trasparente, come viene dettagliatamente descritto e riportato in una interrogazione consiliare che è stata pubblicata su facebook.  Altro che quelli di prima…. anzi mi verrebbe da chiedere come mai il consigliere Scotto di Perta, attuale delegato al mare, che nel 2014 interrogava l’Amministrazione sul perché non si portava in commissione il Piano di utilizzo degli arenili, perché in oltre due anni con l’attuale amministrazione non si è fatta carico della stessa cosa?

Questa è stata l’ennesima bugia gratuita per racimolare qualche like, senza però pensare che ci sono le carte e le presenze (forse) nei banchi dell’opposizione per diversi anni senza far molto.

Non dimentichiamoci, concludendo questo pensiero ferragostano, anche che, su circa 100 pratiche di finanziamento per la concessione di contributi per il rischio sismico, 32 sono estate escluse, tra queste anche le due del Comune di Procida per adeguamento SCUOLE, ennesimi finanziamenti che non vanno in porto. Speriamo in qualche finanziamento di lavori di prevenzione del rischio idrogeologico in quanto, in pochi giorni, già sono avvenute due frane in località “Chiaia” che mettono a rischio il piccolo e fragile territorio isolano. E pensare che qualcuno aveva già consentito il passaggio di tutta la circolazione dei veicoli da quel versante di strada, compreso i bus, ma per fortuna non è avvenuto

Potrebbe interessarti

“Fala Festa” a La Cantinella, un’idea per il regalo di Natale

PROCIDA – Natale, tempo di regali: ma quali? Una buona idea ci viene proposta dall’Enoteca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *