Scuola: Sarà informatizzata la procedura per la nomina in ruolo del personale ATA

PROCIDA – Mentre, per quanto riguarda la provincia di Napoli, al 18 luglio, ancora si è in attesa della pubblicazione delle nuove graduatorie di III Fascia Ata (in altre provincie le stesse sono visibili già dal 9 luglio), lo scorso 16 luglio 2021 si è tenuta una riunione tra i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali firmatarie del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto Istruzione e Ricerca e la Direzione del personale del Ministero dell’Istruzione, per discutere delle nomine in ruolo informatizzate del personale ATA (secondo alcune stime sarebbero circa 11.000).

Procedura on line per i DSGA:

1° Fase: Scelta della Provincia. La convocazione sarà definita dagli Uffici Scolastici Regionali in relazione ai contingenti autorizzati.

2° Fase: Scelta della sede.

Procedura on line per aspiranti inseriti nelle graduatorie permanenti (24 mesi):

Fase unica: scelta della sede. Il calendario delle rispettive convocazioni sarà curato dai singoli Ambiti Territoriali.

Per la Uil Scuola, presente con Giancarlo Turi e Pasquale Raimondo, è necessaria l’introduzione di una clausola di salvaguardia al fine di assicurare la possibilità di correzione di possibili errori materiali, eventualmente commessi da aspiranti che, per la prima volta, si confrontano con una procedura del tutto innovativa rispetto al passato.

Analogamente alle convocazioni in presenza, nel caso in cui l’aspirante non inoltri domanda per l’immissione in ruolo, sarà considerato assente e, di conseguenza, sarà assegnata una sede d’ufficio secondo le risultanze dei bollettini ufficiali.

Per quanto attiene alle modalità di convocazione degli aspiranti, si conferma che gli interessati dovranno consultare gli avvisi pubblicati sui siti Istituzionali dei rispettivi Uffici Scolastici Regionali/Ambiti Territoriali.

III Fascia ATA:

In merito alla richiesta congiunta avanzata il 13 Luglio u.s. riguardante le problematiche degli aspiranti che per errore non abbiano importato le 29 sedi e/o nell’istanza abbiano dichiarato il servizio reso procedendo erroneamente con l’opzione “conferma” anziché “aggiorna”, l’Amministrazione ha comunicato di non poter procedere a sanare tali criticità, in quanto non rientranti nelle categorie previste per gli errori materiali.

L’Amministrazione ha altresì precisato che, secondo una ricognizione interna, gli aspiranti che versano nelle suddette situazioni sono 22.903. Tale numero definito “esiguo”, rappresenterebbe, secondo la logica del MI, una testimonianza evidente del perfetto funzionamento del sistema.

Potrebbe interessarti

La scuola e il futuro del mare

di Nicola Silenti da ilsarrabus.news Il mare è una risorsa di inestimabile valore culturale, scientifico, ricreativo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *