Sindaco Ambrosino: Mi dispiace che tocchi a tutti noi, oggi

PROCIDA – Dal Giovedì Santo a Procida tutto diventa diverso anche e soprattutto oggi. Il Sindaco Raimondo Ambrosino scrive: “L’unica cosa in comune con gli anni passati è il silenzio di queste ore. Dopo le sei del pomeriggio si fermavano tutti, e tornava in scena la storia. Immutata, da secoli. Anche la foto sembra in silenzio, scattata con garbo dal Priore della Congregazione dei Turchini.
Li abbiamo davanti agli occhi: gli apostoli che procedono lenti, le Chiese dell’isola aperte per la visita, i pezzi di pane nelle esposizioni, i tanti concittadini che rientravano per la Pasqua, i primi turisti nei ristoranti. La notte più lunga dell’anno, con i giovani frenetici per le ultime rifiniture.
Chissà se la storia non l’abbia già scritta questa pagina triste, con la Processione proibita per un’epidemia.
Mi dispiace che tocchi a tutti noi, oggi. Ma saremo insieme in questa difficoltà, per tornare insieme nel momento di festa”.

foto di Matteo Germinario

Potrebbe interessarti

Procida: Elezioni comunali, risultati definitivi ed eletti

PROCIDA – Così sarà composto il nuovo “parlamentino” dell’isola di Graziella:         …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *