Home > curiosità > Ti leggo gli SMS ovvero ti rapino

Ti leggo gli SMS ovvero ti rapino

smsLeggi gli SMS della tua fidanzata? Bene, sappi che rischi fino a due anni e due mesi di reclusione. Tanto è stato stabilito dalla Corte di Cassazione nell’ambito di un ricorso presentato da un ragazzo di Barletta che, dopo aver strattonato la fidanzata, si era impossessato del suo telefonino alla ricerca di prove che confermassero un tradimento. Il giovane è stato poi condannato in via definitiva a due anni e due mesi di reclusione per rapina. Infatti consultare senza permesso gli SMS altrui rappresenta un reato, il reato di appropriazione indebita. In questo caso materiale contenuto nei messaggi privati di un individuo, è stata equiparata ad un atto di rapina. I giudici italiani, d’ora in poi, dovranno tenere presente la sentenza della Cassazione in tutte le situazioni in cui si verifichi un “furto di SMS”.
Gli SMS, e più in generale qualsiasi tipo di messaggio di testo (sia esso inviato tramite WhatsApp, Viber, Hangouts etc.), non contengono solo ed esclusivamente conversazioni private ma posso ospitare tantissimi tipi di informazioni sensibili: codici inviati dalla banca, PIN per il ripristino di una password etc. ed è giusto che ne venga sanzionata la sottrazione.
Con l’avvento di nuove tecnologie digitali di largo consumo, è indispensabile prevedere nuove norme. Anzi, la cultura stessa deve mutare e questa sentenza rappresenta certamente un passo in avanti.
E tu che pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *