1° Circolo Didattico Capraro: «Non esistono pericoli di tipo strutturale o statico»

PROCIDA – Dopo l’intervento dei giorni scorsi di Menico Scala, consigliere del gruppo “Per Procida”, che ha posto una serie di problematiche inerenti le strutture scolastiche del 1° Circolo Didattico “Capraro”, emerse a seguito di un sopralluogo effettuato dai Vigili del Fuoco su richiesta della Stazione dei Carabinieri dell’isola di Procida, abbiamo raccolto le precisazione del Dirigente scolastico, prof.ssa Giovanna Martano, che dice: «Ero ovviamente presente venerdì 17 febbraio al sopralluogo dei vigili del Fuoco – comando Provinciale e dei Carabinieri insieme al Comune di Procida. La visita ha riguardato il plesso Capoluogo e il plesso Flavio Gioia e le risultanze sono contenute in una relazione che riporta alcune prescrizioni fatte al Comune di Procida, in merito ad interventi da mettere in campo per i due plessi citati, in tempi brevi e medi. Si tratta innanzitutto di: transennare a apporre protezioni lungo il perimetro esterno del plesso Capoluogo per eventuale caduta d’intonaco (cosa già avviata nella giornata di ieri dagli uffici comunali); rimuovere e sostituire alcuni vetri danneggiati al Plesso di via Flavio Gioia (nella giornata di ieri sono stati rimossi da operai comunali e in questi giorni verranno sostituiti); provvedere al ripristino della guaina impermeabile a copertura della palestra, “volata” il 13 gennaio (dal giorno 8 febbraio, una ditta incaricata dal Comune sta lavorando al ripristino – come rilevato anche durante il sopralluogo); interdire l’uso della palestra (peraltro già interdetta dalla sottoscritta con provvedimento datato 18 gennaio) fino al ripristino della scala. Alcune macchie dovute a infiltrazioni di acqua a seguito delle piogge consistenti dei mesi scorsi, sono state rinvenute nella scala di accesso al tetto del Plesso capoluogo, tanto che si è chiesta la verifica della guaina impermeabile del lastrico solare.

E’ evidente che serviranno lavori per entrambi i plessi e il finanziamento annunciato (da noi tanto atteso) di oltre un milione di euro per il plesso Capoluogo è un importante strumento per mettere in campo in modo massiccio alcune azioni.

Ci tengo, pero, a precisare – continua la prof.ssa Martano – che, come detto chiaramente dai Vigili del Fuoco, non esistono pericoli di tipo strutturale o statico e non ricorre, a loro dire, alcun motivo per interdire i plessi, come avvenuto per altre scuole della provincia di Napoli.

Non so a chi si riferisca il consigliere Scala, quando parla di alcune componenti del mondo della scuola che, a suo dire, sarebbero poco attente e soprattutto poco “parlanti” sulle lacune della scuola.

Da questa direzione partono quotidianamente segnalazioni e missive, rivolte alle autorità competenti, al punto che, forse, molti considerano me e i miei collaboratori abili scrivani e dispensatori di fin troppe parole.

Colgo, dunque, l’occasione – conclude il dirigente scolastico della “Capraro” – per rinnovare l’invito al consigliere Scala (come fatto in precedenza ad inizio anno) a venire a scuola e verificare quanto la scuola fa per garantire la sicurezza dei bambini e, spesso, proprio in collaborazione con le famiglie, attente a segnalare problemi ed anche a suggerire possibili soluzioni».

Potrebbe interessarti

Luigi Foreste insignito del titolo di “Alfieri del Lavoro”

PROCIDA – Diciamo la verità è una grossa soddisfazione per lo studente Luigi Foreste, ma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.