29 dicembre: giornata simbolo per Procida. Nel 2020 un monumento per i marittimi deceduti in mare

PROCIDA – Il 29 dicembre ricorrono i 38 anni dal naufragio della motonave Marina d’Equa, avvenuto nel Golfo di Guascogna, e nel quale persero tragicamente la vita tre marittimi procidani: Pietro Cibelli, Giuseppe Visaggio e Graziuccio Scotto di Marrazzo.

«Ormai questa è una giornata simbolo per la nostra comunità per ricordare tutti i marittimi procidani morti sul lavoro – ricorda Antonio Carannante, Assessore con delega al Lavoro Marittimo.

Il ricordo di diversi di loro, purtroppo, è sfumato col passare degli anni, pertanto quest’anno abbiamo invitato la cittadinanza a comunicare agli Uffici Comunali i nominativi dei marittimi di loro conoscenza deceduti sul lavoro. Vi è stata una forte risposta, un’esperienza tra le più emozionanti del mio corso amministrativo. Abbiamo aggiornato l’elenco e, nel 2020, come promesso, realizzeremo un monumento a loro dedicato sul quale verranno riportati tutti i nomi. Tutelare la memoria storica – conclude Carannante – è essenziale per una vera comunità».

Potrebbe interessarti

Scala: riattivare urgentemente lo sportello postamat

PROCIDA – A segnalare il disagio il consigliere comunale Menico Scala che in post scrive: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *