A Procida non soffia più il Vento del Cinema.

Il 16 aprile 2010 pubblicavamo sul blog un comunicato a cura di Giulio de Falco,  co-organizzatore del Festival Cinematografico Internazionale “Il VENTO del CINEMA, che ne preannunciava il rischio annullamento. Dobbiamo confermare quanto scrivevamo e che ritroviamo sul quotidiano il Corriere del Mezzogiorno del 26 agosto in un articolo di Alessandro Chetta.

Questa è una bruttisima notizia per tutti gli appassionati di cinema. Quest’anno il festival «Vento del cinema» di Procida, creatura di Enrico Ghezzi, avrebbe tagliato il traguardo dell’ottava edizione.  Salterà almeno per settembre ma c’è la possibilità che venga recuperato in extremis a dicembre. Non sarebbe una novità: il «Vento» versione natalizia spirò anche nel 2008. Pare ci sia già un progetto allo studio in tal senso, fondi permettendo. per correggere una grave inesattezza che, complice anche un articolo comparso su Repubblica-Napoli il 6 agosto u.s. a firma Ilaria Urbani,

Il Corriere addebita la causa nella mancanza di fondi. Infatti leggiamo:

” Il motivo? Indovinate un po’, la mancanza di quattrini: la mannaia della crisi e i cordoni della borsa ministeriale e regionale ristretti per esigenze di bilancio hanno finito per cancellare – per adesso – il piccolo gioiello procidano dalla mappa delle manifestazioni campane (oltre al contributo finanziario del ministero dei Beni culturali, il «Vento del cinema» si è sempre autofinanziato con fondi propri e, in parte, con risorse regionali: nell’ultima edizione anche con fondi Por, che, tra l’altro, pare ancora non siano stati versati). Inutile si è rivelato il «pressing» degli ultimi mesi messo in atto, in primis, dall’associazione Locchiovolante, che gestisce la parte logistica, e poi dallo staff di Fuori Orario, capitanato da Stefano Francia.”

La verità invece è un’altra. Infatti come si evince dal comunicato che abbiamo citato, lo stesso Giulio de Falco ha poi precisato:

“Il cambio al vertice della Regione Campania e la successiva crisi di liquidità non c’entrano nulla con il mancato finanziamento del nostro Festival in quanto il progetto dell’8a ed. 2010 da noi approntato e consegnato all’Ept Napoli il 22 dicembre 2009, non è rientrato fra i 68 approvati e finanziati nell’intera Regione per la Stagione Estate 2010 come si evince dal   Burc Campania n.26 dello 06/04/2010 e di cui demmo tempestivo comunicato il 12/04/2010 a firma del “Vento del Cinema” e del “locchiovolante”.
In parole povere sono il precedente Assessorato Regionale al Turismo ed ai Beni Culturali (Ass. Marone) e la Commissione esaminatrice che evidentemente non hanno ritenuto meritorio di finanziamento il progetto presentato.”

La crisi di liquidità della Regione invece, coinvolge l’organizzazione del Festival per un aspetto importante. Infatti non è  stata liquidata alcuna anticipazione sul finanziamento pubblico per l’importo di 40.000 euro della passata edizione conclusasi il 28 settembre 2009. Fatto che non facilità affatto l’organizzazione della nuova edizione.

In conclusione, la Regione Campania non ha premiato l’organizzazione, nonostante la valenza internazionale che il Festival ricopre da ben 7 anni.  “E’ un’ occasione mancata per Procida, ancora una volta, una opportunità significativa che con le forze presenti sul territorio – ci dice ancora Giulio de Falcoche dobbiamo e possiamo, con le forze presenti sul territorio, tentare di ricreare”.

Potrebbe interessarti

Al via finanziamenti per aumentare la competitività delle imprese artigiane

PROCIDA – Al via il bando regionale da 10 milioni di euro,  finalizzato a sostenere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *