Home > Ambiente > Abbattimenti, riparte la battaglia

Abbattimenti, riparte la battaglia

abbattimenti condono edilizioSabato 16 gennaio 2016 a partire dalle ore 16,00 nella sala conferenze dell’hotel augusto di Lacco (isola d’Ischia) si terrà il convegno di analisi e proposte per chiedere alle forze politiche parlamentari:
1. Una iniziativa legislativa per regolamentare l’abusivismo edilizio abitativo e lavorativo delle famiglie lavoratrici!
2. Il ripristino dei sei mesi di indennita’ di disoccupazione per i lavoratori stagionali del turismo!
Al convegno sono stati invitati a partecipare e intervenire:
I Senatori e Deputati eletti nelle circoscrizioni della regione Campania e il Presidente della regione Campania; I Sindaci dei Comuni di Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana, Barano d’Ischia, Procida e Bacoli; Il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli e il Presidente delle Province della regione Campania; I Consiglieri comunali dei Comuni delle isole di Ischia e Procida; I Segretari politici locali, provinciali e regionali della regione Campania dei partiti dell’arco costituzionale presenti in Parlamento; l’Avv. Bruno Molinaro.

Famiglie lavoratrici che avete il problema dell’abbattimento della casa di abitazione o del laboratorio per l’attività lavorativa o che siete solidali con chi sta per perdere il proprio tetto, l’iniziativa della Magistratura di procedere alla demolizione delle opere abusive secondo criteri di priorità a cui si devono attenere i Pubblici Ministeri competenti non è la salvezza dell’abusivismo di necessità abitativa e lavorativa ed anzi ne accelera la sua demolizione, cosicché in pochi anni saremo tutti demoliti. Per tanto dobbiamo utilizzare il tempo prezioso che la regolamentazione ci consente per chiedere ai partiti che siedono in Parlamento e nel Consiglio regionale della Campania una soluzione legislativa del problema.
Vogliamo qui ribadire la nostra contrarietà alle acquisizioni comunali delle case delle povera gente, perché le famiglie espropriate di sicuro perderebbero la titolarità del bene, da padrone diventerebbero al massimo affittuarie e forse in seguito potrebbero riacquistarlo, salvo nuovi diritti maggiormente legittimati che nel tempo potrebbero emergere e imporsi, perché potrebbero essere acquisiti anche gli abusi non oggetto di Resa per intervenuta prescrizione dei reati e pure perché l’acquisizione comporterebbe altre cause e spese legali per le famiglie lavoratrici, che non possono più permettersi.
Per raggiungere tale obiettivo è determinante la mobilitazione e la partecipazione popolare, non ci sono alternative, dobbiamo riorganizzare un forte movimento rivendicativo per la dignità della nostra vita familiare e sociale e per continuare a rivendicare concretamente il ripristino dei sei mesi di indennità di disoccupazione all’anno per i lavoratori stagionali del turismo. Abbandoniamo la sfiducia e la rassegnazione, organizziamoci e lottiamo nell’interesse della nostra classe sociale, sfruttata e penalizzata nei suoi diritti sociali.
MOBILITIAMOCI E MOBILITIAMO PER LA RIUSCITA DEL CONVEGNO DEL 16.01. 2016!
Isola d’Ischia, 2 gennaio 2016.
“Movimento di lotta per la dignità della vita”

Potrebbe interessarti

Lavori Metano: apertura di due nuovi cantieri

PROCIDA – Proseguono i lavori in via G. da Procida che oltre alla realizzazione della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *