Cartelle rottamate
Cartelle rottamate

Anche Procida “rottama” le ingiunzioni fiscali di pagamento notificate dal 2010 al 2016

Di Giovanni Villani*

PROCIDA – Il Consiglio Comunale di Procida, in data 31 gennaio 2017, ha regolamentato la definizione agevolata (c.d. rottamazione) delle ingiunzioni fiscali di pagamento, come disciplinata dal Decreto Legge numero 193 del 2016.

La rottamazione riguarda le ingiunzioni di pagamento, di cui al regio decreto 639/1910, notificate dal nostro Comune dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2016; in questo arco temporale il Comune di Procida ha tuttavia notificato ingiunzioni di pagamento aventi ad oggetto solo ICI e multe stradali, e non altre entrate.

Rottamare queste ingiunzioni di pagamento significa essenzialmente pagare:

–           l’ICI, senza le sanzioni,

–           le multe stradali ai fini della violazione al codice della strada senza gli interessi, compresa la maggiorazione semestrale del 10%, e gli interessi di mora.

Colgo l’occasione per chiarire il concetto di “notifica”. Un’ingiunzione di pagamento si intende notificata, quando è consegnata alle Poste, nel caso di specie entro il 31 dicembre 2016, non rilevando la data in cui è stata ricevuta dal contribuente/debitore.

La rottamazione delle ingiunzioni pagamento comporta la presentazione da parte del contribuente/debitore di un’istanza al Comune di Procida entro il 31 marzo 2017, utilizzando un modello presente sul Sito (http://comune.procida.na.it/).

Nell’istanza il debitore indica anche il numero di rate nel quale intende effettuare il pagamento, entro il numero massimo di quattro rate, di cui l’ultima in scadenza non oltre il limite massimo del 30 settembre 2018.

Il Comune è tenuto a rispondere al contribuente/debitore entro il 30 giugno 2017.

Una riflessione a parte meritano le ingiunzioni già in corso di pagamento rateizzato ovvero oggetto di ricorso: rinvio al Regolamento presente anch’esso sul Sito del Comune, ma anche queste fattispecie possono accedere ai benefici previsti dal Regolamento comunale.

A Procida, ho chiesto anche questa volta la collaborazione a tutti i professionisti (ragionieri, dottori commercialisti, avvocati, etc…) perché sensibilizzino coloro che, tra i propri clienti e non solo, sono stati destinatari di ingiunzioni fiscali di pagamento con le succitate caratteristiche.

RingraziandoLi, invito i concittadini a cogliere questa opportunità, evitando di incorrere in conseguenze molto pesanti: procedure esecutive e pignoramento di beni.

*Consigliere comunale con delega al Bilancio

Potrebbe interessarti

blank

Da questa notte attesi venti forti settentrionali e calo temperature

PROCIDA – Allerta Gialla della Protezione civile per temporali su tutta la Campania ad esclusione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *