Campania: Da domenica 15 novembre è zona rossa

PROCIDA Dopo settimane di polemiche la Campania passa a “zona rossa”. Il Ministro della Salute Roberto Speranza, infatti, ha firmato la nuova ordinanza, in vigore da domenica 15 novembre, dove si eleva il tasso di rischio epidemiologico. La norma stabilita dal Dpcm del 4 novembre 2020 stabilisce la limitazione della mobilità «salvo che per comprovate esigenze di lavoro, salute e urgenza» con autocertificazione.

MOBILITÀ: Le limitazioni sono quelle imposte dal Dpcm del 4 novembre. È vietato ogni spostamento, anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute; vietati gli spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro. Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. Chiusura dei negozi, fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità. Restano aperte edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri, barbieri (l’elenco completo è contenuto nell’allegato 23 del Dpcm). Chiusi i centri estetici.

SCUOLA, STOP ALLA DIDATTICA IN PRESENZA. CHIUSI GLI ASILI. L’ordinanza ministeriale sarà integrata entro lunedì dalla nuova ordinanza regionale più restrittiva. La Didattica a distanza per la scuola secondaria di secondo grado, per le classi di seconda e terza media sarà estesa alle scuole dell’infanzia, alle scuole elementari e alla prima media. Chiuse le università, salvo specifiche eccezioni, ovvero il primo anno di corso.

SI FERMA LO SPORT NON PROFESSIONISTICO. SÌ ATTIVITÀ MOTORIA PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE A LIVELLO INDIVIDUALE. Sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP. Sospese le attività nei centri sportivi. Rimane consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all’aperto in forma individuale.

TEATRI, CINEMA E SCOMMESSE SOSPESI. Sono chiusi musei e mostre; chiusi anche teatri, cinema, palestre, attività di sale giochi, sale scommesse, bingo, anche nei bar e nelle tabaccherie.

TRASPORTO. Per i mezzi di trasporto pubblico è consentito il riempimento solo fino al 50%.

Potrebbe interessarti

Rifiuti invisibili, il tema della Settimana Europea 2020 per la riduzione dei rifiuti

PROCIDA – Dal 21 al 29 novembre 2020 torna la Settimana Europea per la Riduzione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *