Cataclisma e speranza

Di Michele Romano

Dopo giornate convulse, assalti ai mezzi di trasporto, a rivolte carcerarie, a chiacchere arrembanti, dannose in tutti i circuiti mediatici ,istituzionali etc., mentre ci apprestavamo ad abbandonarci alla narrazione delle gesta del Commissario Montalbano, giunge l’edizione straordinaria del Tg, nella quale il Presidente del Consiglio annunciava : Non c’è più tempo . l’Italia nella sua interezza diventa zona protetta. Subito ci assale una terribile perfezione: Forse siamo alla soglia di una terza guerra mondiale? Nell’immediato ci assale un tenero nostalgico desiderio di avere accanto strette a noi l’essenza della nostra esistenza: Iris, Miriam lontane sul fronte Nord, Jessica ad un’ chilometro di distanza con la piccola Mia  sulle ginocchia.

Ma, dopo questa accorata fragilità emotiva, il cuore  e la mente Hanno cercato di intraprendere un tormentato percorso di una ponderata riflessione.

Ebbene, sviscerando i toni, le modalità dell’attuale vivere planetario, non ci è apparso eccessivo assimilare gli accadimenti odierni ai conflitti Mondiali del secolo scorso, ma con una differenza più indistinta e  perniciosa di quelli. Infatti le due guerre del’900,con le proprie aberranti, atroci, inique, luciferine motivazioni, i nemici che si combattevano erano visibili: la crudeltà  tirannica e i popoli oppressi.

Qui, invece, il  nemico  è invisibile, saprofita che succhia il sangue, colpisce, indifferentemente, tutti, non conosce, non prende in considerazione un vocabolo: La discriminazione

 Allora, siamo inermi davanti al suo avanzare ?Al momento si. Ma da credenti della speranza, riteniamo, come l’ambito scientifico sta, alacremente ,lavorando alla scoperta del vaccino che annienterà il virus, così la solitudine forzata diventerà una determinate opportunità per costruire un formidabile fronte dì resistenza in cui tutti insieme ritrovarsi .

 Rendere guaribile la patologia che più ci sta sfibrando: la bipolarità dentro di noi, del DR Jekyll e Mister Hyde cioè tra gentilezza e ferocia verso la quale negli ultimi decenni siamo declinati con virulente conseguenza che ha investito istituzioni, governi movimenti politici di ogni indirizzo, la firma e la sostanza dell’informazione, della comunicazione, della formazione con  la scomparsa di un pensiero misericordioso che guidi, orienti, testimoni verso i Valori alti che abitano rannicchiati nel profondo della nostra anima.

Ecco la scoperta del vaccino e qui i No VAX, dovunque sono collocati, abbiano il coraggio di fare ammenda pubblica per i danni arrecati alle difese immunitarie di tanti bambini, insieme alla sconfitta dì MR Hyde dentro di noi ci possa condurre al superamento della dura prova psicofisica che stiamo attraversando.

Potrebbe interessarti

La gente di mare dimenticata, vessata, abbandonata

di Nicola Silenti da Destra.it Esplosa in Cina e straripata in Sud Corea, l’epidemia mondiale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *