Servizio igiene urbana: Bene le attività di prevenzione e sicurezza poste in essere

PROCIDA – In tema di emergenza coronavirus, nei giorni scorsi, la FIADEL (Federazione Italiana Autonoma Dipendenti Enti Locali), attraverso il segretario generale Vittorio d’Albero ha inviato una nota al Sindaco Ambrosino e all’assessore all’ambiente Giuditta Lubrano, e per conoscenza alla BRecycling srl, società affidataria del servizio di igiene ambientale per l’isola di Procida, avente ad oggetto le attività poste in essere per la prevenzione del coronavirus per i lavoratori del comparto.

“La presente per informarVi di aver concordato con la BRecycling srl le seguenti norme di sicurezza e protezione per i lavoratori del servizio di Igiene Urbana sul territorio di Procida: 1. Collocazione del personale pendolare, proveniente da Napoli, in ferie e/o permessi L. 104con decorrenza immediata, e fino al 03.04.2020, tanto per evitare al massimo rischi di trasmissioni di virus dalla terraferma ai quali sarebbero soggetti detti lavoratori e la cittadinanza di Procida; 2. I lavoratori, terminato il servizio, anche ad orario moderatamente ridotto, non utilizzeranno le strutture chiuse di cantiere per riunioni o per cambiarsi d’abito al fine di evitare assembramenti all’interno, chiaramente senza nessun riflesso sulle retribuzioni; 3. Distribuzione di DPI e prodotti disinfettanti in attesa di ulteriore approvvigionamento di mascherine che al momento sono irreperibili sul mercato; 4. Disinfezione con appositi prodotti di ogni area degli uffici, dell’isola ecologica, degli spogliatoi e dei servizi igienici, degli automezzi e delle attrezzature, curata direttamente dal personale di cantiere. È doveroso da parte nostra – sottolinea D’albero – plaudire al senso di civica partecipazione e di professionalità dell’azienda che, con grande senso di disponibilità ha prontamente risposto positivamente alle ns. richieste assumendosi l’onere di anticipare ferie non ancora maturate dai lavoratori ed in unica soluzione i permessi allungati per Legge 104, oltre a fornire tempestivamente l’occorrente per la sanificazione e concedere la momentanea riduzione del personale assumendosi il gravame di garantire comunque il servizio. Un particolare riconoscimento va al personale dipendente, operatori, ispettori, coordinatori ed impiegati, che senza indugio alcuno si è caricato la responsabilità di sanificare il posto di lavoro, le strutture tutte, il parco automezzi, e garantire il servizio pur in mancanza di un numero consistente di colleghi. Queste azioni fanno onore al comparto, alla categoria, ed alla scrivente Federazione che li rappresenta”.

Potrebbe interessarti

La gente di mare dimenticata, vessata, abbandonata

di Nicola Silenti da Destra.it Esplosa in Cina e straripata in Sud Corea, l’epidemia mondiale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *