Ci lascia il Comandante Tonino Sabia

di Giuseppe Giaquinto

PROCIDA – La morte di Tonino Sabia ci colpisce profondamente e ci addolora. Uomo di grande sensibilità ed umanità, ha vissuto con grande coerenza politica e professionale. Sempre attento alle vicende di Procida e profondo conoscitore delle dinamiche politiche del territorio, ha saputo sempre distinguersi per la propria cordialità, avendo quotidianamente attenzione e rispetto per gli amici senza procurarsi nemici. Non ha mai creato steccati e/o discriminazioni, facendosi trovare sempre pronto per dare il proprio contributo alla crescita dell’isola. Ha ricoperto con capacità il suo ruolo politico ed amministrativo e con grande cultura ed intelligenza ha svolto, per diversi anni, la sua professione di marittimo e di Comandante di unità navali, dimostrando sempre capacità ed attenzione, soprattutto ai bisogni degli isolani. Siamo vicini alla moglie Marisa e ai figli Fabrizio e Marzia. Un abbraccio particolare al fratello Pasquale.

(Foto di Antonio Illiceto)

Un commento

  1. nicola lamonica

    Con Te ,caro Tonino, se ne va un pezzo della nostra infanzia in comune con Tommaso (mio fratello), Ninì Fascen, Tobia Costagliola, Conforti, Antonio Di Russo, Eugenio Mastroianni, Franchino Vacca, Antonio de Rubertis, Papandrea, Nicolino al Faro … e poi gli ischitani Nino Mattera, Sirabella ” o sceriff” , Leone Verde, … quando eravamo felici di stare insieme in classe al Nautico e poi di pomeriggio e prima sera per le vie di Procida allora, senza macchine e motorini, piacevolmente vivibili. Si parlava di tutto, ci incuriosiva ogni cosa e la fantasia non aveva limiti; a volte ci portavamo al Cinema nei pressi piazza dei martiri da dove si usciva intossicati dal fumo e spesso ci si univa a gruppetti di pomeriggio per le lezioni a casa, allora abbastanza impegnative; occasionalmente la nostra serata era particolarmente animata e gioiosa quando ci recavamo dal Cavaliere giù alla marina per una partita a boccetta . Eravamo felici, felici di stare insieme e questa felicità ce la siamo trascinata avanti negli anni quando ci incontravamo occasionalmente giù alla Marina dopo tanto tempo e… Mi fermo qui e con gli occhi umidi ma ricchi di amore per Te, di ricordi e di spensieratezza dei nostri migliori anni giovanili vissuti insieme, virtualmente Ti abbraccio in uno a Tommaso con grande affetto e esprimo le mie/ nostre sentite condoglianze alla Tua famiglia ( moglie e figli ) ed a Tuo fratello Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *