Pirati. Appello all'On. Muro. anche allo Stadio San Paolo: LIBERI SUBITO!

Riceviamo e pubblichiamo da Salvatore Iovine

Preg.mo On.le Muro,

non aspettiamo mai che si strappino prima le vesti le solite organizzazioni umanitarie, portate avanti con pochissimi quattrini e umili volontari, missionari laici e non. Strappatevi anche voi onorevoli, di fronte a quelle “AULE SORDE E GRIGIE”, almeno una volta ogni 5 anni, i vostri griffati gessati.

Per allarmare l’opinione pubblica nazionale ed internazionale denudatevi anche voi, come i marittimi in Somalia costretti ad espletare le funzioni meno nobili, en plein air, davanti agli occhi assassini di criminali armati. Lapalissiano che straziate famiglie terrorizzate non possano sapere nulla di nulla delle probabilità di successo di un blitz di teste di cuoio, di infiltrati, informatori, piovre internazionali, MOSSAD, CIA, AL QAEDA, SISMI, SERVIZI SEGRETI DEVIATI, COMPLOTTI GIUDAICO-MASSONICI, STASI, SPECTRE. I contribuenti vi pagano non poco, proprio perché dovete essere voi ad elaborare la migliore strategia possibile per la sicurezza nazionale. Sono assolutamente d’accordo con Lei che in uno stato normale, non ci sarebbe bisogno di alcun “VESSILLO”, basterebbe il minimo sindacale delle istituzioni democratiche affinché dopo soli pochi giorni, onestissimi marittimi e tenerissimi padri, tornino nel proprio talamo a dormire gioiosi al fianco delle amate mogli. Invece nello stato comatoso e vergognoso di oggi, abbiamo un disperato bisogno di EROI, di un SUPER LUIGI MURO, unico portavoce della comunità più duramente trafitta al cuore, unico politico di spicco a conoscenza del dramma, costretto purtroppo a lavorare per cento, ma speriamo non NON PIÙ IN SILENZIO E NELL’OMBRA, per sopperire al menefreghismo di tantissimi altri colleghi, invece, indifferenti ed assenteisti. Non a caso il gigantesco Eugen Berthold Friedrich Brecht disse: GUAI A QUEL PAESE CHE HA BISOGNO DI EROI. Procida purtroppo ha bisogno di tutto e di più: da SUPERLUIGI A SUPERGIORGIO. Io sono sicurissimo che se Lei solo volesse, tramite Massimo Sparnelli, Guido Baldari, Luigi De Magistris, Card. Sepe, potrebbe fare in modo che almeno lo STADIO SAN PAOLO, faccia sapere all’Italia intera le pene dell’inferno dei propri connazionali. Le tv purtroppo pensano più al sangue dei morti che a quello dei vivi. Melania Rea, Sara Scazzi, Yara Gambirasio, Meredith Kerker, Chiara Poggi, Samuele Lorenzi, sono passati a miglior vita: non c’è bisogno che le reti ammiraglie ne parlino ancora per altri dieci interminabili anni.
P.S. Spero davvero che l’intelligenza viva che L’ha sempre contraddistinta, Le permetta di intuire chiaramente che le sollecitazioni espresse sono tutt’altro che finalizzate a fomentare scialbe, puerili e luride polemiche da quattro soldi: in quest’ultimo caso sono prontissimo a fare subito spazio e a lasciarLa nelle esperte mani di taluni isterici analfabeti di ritorno, fortunatamente pochissimi. Il LEI è doveroso quando ci si rivolge pubblicamente all’uomo delle istituzioni; mentre il TU si continuerà ad usarlo con piacere all’appassionato sportivo di sempre, magari sul “Mario Spinetti”, che però, in concomitanza di eventuali casi simili DOVRÀ RESTARE ASSOLUTAMENTE CHIUSO! Con l’amicizia di sempre.
SALVATORE IOVINE

Potrebbe interessarti

L’Accademia delle Belle Arti di Napoli al Marina 10 per il progetto Xenia

CASAMICCIOLA – Marina 10 boutique&design hotel di Casamicciola Terme ha sottoscritto una partnership con l’Accademia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.