Home > Calcio > Con l’Oratorio Don Guanella vittoria del Procida in “zona cesarini”

Con l’Oratorio Don Guanella vittoria del Procida in “zona cesarini”

PROCIDA – Bella partita quella tra Procida Calcio e Oratorio Don Guanella Scampia che si è dimostrato un bell’osso duro. Finale di partita rocambolesco e ricco di emozioni, con il Procida che rischia seriamente di perderla con due occasioni clamorose sciupate dagli ospiti ma poi ci pensa Ciro Saurino a regalare i 3 punti ai padroni di casa, sfruttando un bell’assist di Lorenzo Costagliola, lo ringrazia e insacca la rete del 2-1 che fa esplodere il Mario Spinetti!
INIZIA IL MATCH: Partono bene i padroni di casa con Esposito in proiezione offensiva, schierato a sorpresa nel tridente d’attacco procidano, che però non sfrutta bene un bell’assist del suo 9 Lorenzo Costagliola e si fa anticipare dalla difesa ospite. Al 5’ anticipato il capitano Giovanni Micallo che quando può avanza volentieri anche in zona d’attacco. Al 10’ si fanno vedere anche i ragazzi di Di Sarra, con il loro numero 10 Dylan Landieri che però spara alto. AL 15’ continua ad attaccare un buon Oratorio Don Guanella, giunto allo Spinetti con coraggio e determinazione, questa volta è il suo numero 9 Dario Esposito, tra i migliori dei suoi, che fa esplodere il sinistro ma la palla termina fuori, c’era però sulla traiettoria Lamarra. Al 19’ Costagliola A. cerca il fratello Costagliola L. che però viene anticipato sul più bello. Al 20’ Lorenzo Costagliola entra in area di rigore punta il difensore ma tergiversa troppo volendosela portare sul destro, nulla da fare, viene chiuso da un buon raddoppio difensivo. Al 23’, azione fotocopia degli ospiti sempre con Dario Esposito sempre con il suo mancino sempre però con la sfera che termina larga alle spalle di Lamarra. Al 25’ con un giocatore ospite a terra, il Procida continua ad attaccare e sfiora il vantaggio con un buon taglio di Costagliola A. che però liscia il pallone e non riesce a battere Peluso a pochi passi dalla porta avversaria. Al 43’ ancora Costagliola A. a sfiorare il vantaggio del Procida, questa volta punta la porta ed entra in area di rigore se la porta però sul suo piede debole, il destro e calcia sopra la traversa, azione pericolosissima con il Procida vicinissimo al vantaggio. Poco dopo, come la più classica delle regole non scritte del calcio “gol sbagliato gol subito” l’Oratorio Don Guanella trova lo 0-1 con un’ottima azione sull’asse Esposito-Sanseverino con l’11 ospite che s’invola sulla fascia e conclude un’ottima azione trovando con un bel cross il suo compagno Antonio Esposito La Rossa che ringrazia e spara sotto la traversa un siluro che batte Lamarra e porta i suoi in vantaggio sul finale del primo tempo. Il Procida subisce il colpo e cerca di reagire ma deve rimandare la reazione al secondo tempo, poiché poco dopo l’arbitro manda tutti negli spogliatoi con l’Oratorio Don Guanella Scampia avanti per una rete a zero in questa prima frazione di gioco.
INIZIA IL SECONDO TEMPO: Ripartono sull’onda della reazione i padroni di casa che si rendono pericolosi con una discesa pericolosa di Costagliola A. che se la sposta sul sinistro ed entra in area di rigore, anticipato però prima della conclusione ma la sfera rotola pericolosa al limite della lunetta dell’area di rigore con Di Spigna (autore di un eurogol proprio nell’ultima sfida casalinga del Procida) che però questa volta liscia il pallone e spreca una buona occasione per riacciuffare il match. Al 57’ il Procida riesce a raggiungere l’1-1 con il suo bomber, con il suo numero 9 Lorenzo Costagliola e con un’azione “tutta in famiglia”, che parte da un ottimo lancio di mancino di Antonio Costagliola che vede il taglio del fratello Lorenzo il quale aggancia benissimo il pallone e col piatto fulmina il portiere Peluso, match riacciuffato per i padroni di casa. Un Procida entrato in campo in questa seconda frazione di gioco con maggior determinazione e “rabbia agonistica” sulle ali dell’entusiasmo vuole addirittura ribaltare il match e cerca dunque con insistenza il vantaggio per completare la “remuntada”. I padroni di casa si rendono pericolosi con il capitano Giovanni Micallo che al 70’ si lancia bene in spaccata su un buon calcio di punizione calciato dal neo entrato Cibelli, il capitano del Procida non riesce però a impattare bene il pallone non riuscendo dunque a ribattere la sfera in rete a pochi passi dalla linea di porta. Al 75’ reagiscono gli ospiti che si difendono ma a tratti cercano con coraggio anche di controbattere, questa volta complice un buon pressing portano il difensore del Procida Russo a perdere palla con l’attaccante ospite che s’invola verso la porta di Lamarra il quale però legge benissimo l’azione ed anticipa in uscita salvando il Procida su una palla persa che poteva essere sanguinolenta. I padroni di casa la vogliono vincere e cercano con insistenza la via del gol ma allo stesso tempo si scoprono anche e gli ospiti ne vogliono approfittare, il primo dei tanti “brividi” finali avviene sui piedi di La Rossa che supera Lamarra con un pallonetto e colpisce poi il pallone con il solo Saurino a protezione della porta ma non riesce a centrare la porta, colpendo un clamoroso palo che fa calare il gelo sugli spalti dello “Spinetti”. Il Procida vuole però la vittoria e spinge sull’acceleratore ma continua a concedere dietro, questa volta con il subentrato Mattia Sommella che si avvicina “face to face” verso la porta di Lamarra ma strozza il tiro e calcia male lontano dallo specchio. L’arbitro concede 5 minuti di recupero, dove continuano i brividi e continuano le emozioni per un finale di gara che si prospetterà rocambolesco allo Stadio Mario Spinetti di Procida. L’Oratorio Don Guanella infatti sfiora nuovamente il vantaggio sempre con Mattia Sommella che si “divora” un altro gol e non riesce a sferrare il colpo del KO. Agitazione in campo e sugli spalti per un finale di gara acceso e pronto a divenire rocambolesco.
A spegnere le luci della scena e mettere la parola “fine” sul match è il centrocampista del Procida Ciro Saurino che sfrutta un ottimo assist di un ispiratissimo Lorenzo Costagliola ed appoggia in rete al 93’ la rete del 2-1 che fa letteralmente esplodere i tifosi biancorossi. Colpo del KO da parte del Procida Calcio ed a sferrarlo è Ciro Saurino che regala i 3 punti ai suoi dopo i brividi finali che hanno “congelato” anche i tifosi sugli spalti per poi infiammarsi ed esplodere in un urlo di gioia grazie alla rete nei minuti finali.
Game over dunque allo “Spinetti”, la ribaltano i padroni di casa dopo lo 0-1 iniziale, vince il Procida 2-1, la firma è di Ciro Saurino!
ISOLA DI PROCIDA CALCIO: Lamarra, D’Orio, Russo, Micallo, Lubrano Lavadera V., Muro (68’ Cibelli), Di Spigna, Saurino, Costagliola A. (90’ Parascandolo), Costagliola L., Esposito (62’ Vanzanella).
A disposizione: Telese, Lubrano Lavadera P., Mammalella, Verde.
Allenatore: Iovine Giovanni – Lubrano Biagio.
ORATORIO DON GUANELLA SCAMPIA: Peluso, Belsito, Gaudino, Cirillo, Migliaccio, Bianco, Esposito La Rossa, Crispino, Esposito D. (80’ Sommella), Landieri, Sanseverino (66’ Aveta).
A disposizione: Iorio, Tramontano, Ragozzino, Provitola, Manzo.
Allenatore: Di Sarra Massimo.
ARBITRO: Liberato Maione di Ercolano.
ASSISTENTI: Francesco Vinciprova di Napoli – Domenica Perna di Ercolano.
RETI: 44’ La Rossa, 57’ L. Costagliola, 93’ Saurino .
AMMONITI: La Rossa, Gaudino (Oratorio Don Guanella Scampia); Russo, Micallo (Procida Calcio).
NOTE: Gara disputata presso lo stadio “Mario Spinetti” di Procida, condizioni del terreno di gioco discrete. Nella seconda frazione di gioco l’arbitro concede 5 minuti di recupero per poi aggiungere un ulteriore supplemento di tempo a causa della rete del Procida avvenuta durante i minuti di recupero concessi.
Spettatori: 200 circa.

Potrebbe interessarti

Sanità Procida: Siamo soddisfatti che si parli di ospedale di zona disagiata ma c’è ancora tanto da fare

PROCIDA – Sulle vicende legate alla sanità procidana, dopo gli sviluppi degli ultimi giorni, registriamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *