Home > vivibilità > Diventare ciechi per abbandono, è questo il rischio per i pazienti affetti da glaucoma neovascolare– Se ne parla in convegno a Napoli.

Diventare ciechi per abbandono, è questo il rischio per i pazienti affetti da glaucoma neovascolare– Se ne parla in convegno a Napoli.

interdizione medici procidaL’abbandono del paziente diabetico o con particolari problemi vascolari da parte dei familiari, il suo rifiuto delle terapie o la disattenzione del sistema sanitario sono tra le prime cause di manifestazione del glaucoma neovascolare. Una problematica sanitaria che,  ancora molto frequente in Campania, può portare alla cecità e che sarà discussa nel convegno “Il glaucoma neovascolare. La malattia dell’abbandono” che si terrà il 7 marzo a Napoli in via Partenope, presso l’Aula Magna dell’Università Federico II.

L’incontro, promosso dall’Unità Operativa di Oculistica dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie diretta dal Dott. Mario Sbordone, vedrà il confronto tra oculisti territoriali ed ospedalieri, diabetologi e specialisti di medicina interna provenienti da diverse realtà italiane.

“Nel nostro reparto vediamo molti pazienti che presentano un glaucoma neovascolare, spesso dovuto all’abbandono – dice il dott. Sbordone –Più che una vera e propria patologia questo particolare tipo di glaucoma deve essere classificato come una complicanza molto severa di altre patologie come la retinopatia diabetica o l’occlusione di vene o arterie della retina. Per questo è importante che diabetologi, medici di medicina generale ed oculisti siano ben preparati sui rischi di insorgenza del glaucoma neovascolare, prevenendolo.”

Nel corso dell’incontro verranno illustrati anche i diversi procedimenti organizzativi messi in atto dagli oculisti dell’Ospedale di Pozzuoli in collaborazione con i centri diabetologici del territorio dell’ASL Napoli 2 Nord, al fine di realizzare percorsi terapeutico-diagnostici utili alla prevenzione del glaucoma neovascolare. In virtù dell’efficacia di tali percorsi, questi modelli di organizzazione si propongono come iter assistenziali replicabili anche al di fuori della realtà regionale, in Sistemi Sanitari che presentano problematiche simili a quelle campane in materia di glaucoma neovascolare.

Potrebbe interessarti

Violenza sugli operatori sanitari. L’ASL Napoli 2 Nord lancia la campagna “Aiutaci ad Aiutarti”. Protagonisti diventano i volti degli operatori del Pronto Soccorso

Frattamaggiore – Sono stati circa 25 gli episodi di violenza fisica su medici, infermieri e operatori …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *