Home > Comunicati Stampa > Domenica delle Palme divieto di circolazione dalle 10,00 alle 13,00

Domenica delle Palme divieto di circolazione dalle 10,00 alle 13,00

divieto circolazione2Come comunicato dal Comandante della Polizia Municipale, dott. Giuseppe Trotta, si avvisa la cittadinanza che domenica 13 aprile, in occasione delle Processioni delle Palme, con ordinanza sindacale n°28 di oggi è stato prescritto il divieto di transito veicolare su tutto il territorio comunale dalle ore 10.00 alle 13.00. L’atto completo è consultabile sul sito del Comune di Procida www.comune.procida.na.it

Potrebbe interessarti

“Stelle su Procida”: Del Prete, Gragnaniello e Sannino in concerto in piazza Marina Grande

PROCIDA – Questa sera, nella suggestiva e spettacolare cornice di piazza Marina Grande, serata finale …

8 commenti

  1. Pedone incazzato

    Speriamo che adesso che iniziamo con i divieti (che credo che sia una sconfitta per chi governa l’isola perchè vuol dire che non si è stati capaci di controllare che le regole del codice della strada vengano rispettate e che quindi il divieto e quindi una coercizione ingiusta per chi magari avrebbe accompagnato i genitori anziani a messa senza richiedere il talloncino di diversamente abili) ci sia almeno il controllo dei taxi e delle bici elettriche e dei Scassatissimi autobus dell’Eav Bus. Questo perchè i conducenti di questi veicoli e specialmente quelli delle bici elettriche spesso modificate e quindi motorini, non rispettano il cds anzi si sentono in diritto di camminare dove come e quando vogliono (anche durante una processione).

    Le bici elettriche poi sono senza assicurazione rc e quindi se si verifica un incidente il pedone come si dice a napoli. è curnut e mazziat.

  2. Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno. Bravo Pedone incazzato. Io non capisco perché le forze dell’ordine non incomincino a controllare queste bici che sfrecciano ovunque. Ieri scendevo dal campo sportivo e un ragazzino che aveva preso la rincorsa e veniva in controsenso ad una velocità notevole ha quasi provocato un incidente ed io che ero alla guida dl mio scooter per evitare di centrarlo in pieno sono andato contro il muro. Con un indifferenza e una scostumatezza indicibile il ragazzino ha continuato la sua corsa verso il campo infischiandosene di tutto. Domando ai VVuu e ai CC se avessi investito il ragazzino cosa sarebbe successo ? E i genitori avrebbero amesso la colpa del figlio?

  3. Giancarlo Di Marco

    Tutti bravi ad andare in giro in moto, motorino, auto, suv e motorizati varii l, unica cosa che gli da fastidio sono queste biciclette che non puzzano non mettono sotto i pedoni, non appestano l’ isola di puzza non fanno baccano e comunque avanzano. Finisce che saranno costretti ad averne una anche loro, invece della loro bella macchina puzzolente che occupa spazio di tutti ed e un pericolo per bambini, anziani e mamme, e si perche e troppo evidente che per fare 2 km in bicicletta ci si mette 3 minuti non si fa puzza non si fa rumore e sulla strada tutti hanno spazie per camminare, mentre in auto ci si mette 15 minuti!!! perche bisogna fare tutto il giro ( che scocciatura) e per questo si preme l’ acceleratore ( per avere l’ impressione di essere piu veloci che a piedi ( che non e vero) e nella rabbia si mette sotto quasi un bambino una madre con passegino e una signora anziana, e per questo forza, tutti contro le biciclette sopratutto quelle eletriche, perche quelle si che sono un pericolo, perche potrebbero sembrare veramente un alternativa alle macchine e ai motorini!!!Prossimo che dice qualcosa contro le biciclette eletriche provi a camminare contro senso quando escono i ragazzi del nautico, ideale sono i punti dove e stretto e ci sono parcheggiate le macchine e se non muore asfissiato o di paura si vede che e proprio innamorato della propria macchina o moto ( esperimento che si puo fare tutti i giorni!!!)

    • Devo ammettere che veramente siamo alla frutto, se si mettono sotto accusa le bici a pedalata assistita,io vado a piedi ma se mi devo spostare da una parte all’altra dell’isola uso la bici, vorrei chiedere al Simone ed al pedone incazzato se hanno fatto mai a piedi il tratto di Via V. Emanuele da piazza Posta a S. Leonardo,innanzitutto sia gli scooter che le auto sfrecciano come i pazzi infischiandosene di camminare a piedi,se piove e veramente un disastro spesso mi tocca tornare a casa a cambiarmi per le docce che si subiscono, gli automobilisti non rispettano nessuno, come più volte ho detto “Il Pedone a Procida è un abusivo. Urge un provvedimento per questo tratto di strada, con installazione di dissuasori per controllare la velocità oppure un radar per il controllo della velocità.

    • Giancarlo sei patetico!!!

  4. Sono un procidano che vive fuori dall’isola da qualche anno,vedo che il problema del traffico è in aumento forse per il fatto che faranno nuove strade sopraelevate o di auto che possano volare, i politici locali si lavano la bocca parlando di turismo e aspettando qualche festività o solennità(tipo VENERDI SANTO) per alabardarsi a festa e rilasciando interviste degne di attori holliwoodiani raccontando giustamente delle bellezze uniche e rare dell’isola dimenticando i difetti della viabiltà del trasporto ect.ect..Mi associo allo scrivente delle bici elettriche che almeno al turista diano un immagine di un’isola unica bella ed ecologica. P.S. se servono scogli per nuove scogliere il materiale si trova gia sul posto. Bye bye un saluto a tutti i procidani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *