Home > Dopo 16 anni rinasce il Circolo Canottieri Isola di Procida “Pasquale Scotto di Carlo”

Dopo 16 anni rinasce il Circolo Canottieri Isola di Procida “Pasquale Scotto di Carlo”

A quasi 16 anni dalla passata esperienza l’isola di Procida torna ad avere il proprio “Circolo Canottieri”. A riproporlo un gruppo di aitanti giovanotti con Gianni Scotto di Carlo e tanti altri pronti ad adoperarsi perché l’iniziativa riprenda quella vigoria che aveva ai tempi del papà di Gianni, il cap. Pasquale Scotto di Carlo, che tanti ricordano ancora con invariata stima e simpatia e a cui il Circolo è stato intitolato.

Sabato 20 settembre, con la partecipazione dell’immenso e mitico Giuseppe Abbagnale, dell’allenatore federale Sergio Caropreso, della medaglia d’argento alle ultime olimpiadi di Pechino, appartenente alle Fiamme Gialle Sabaudia, Simone Venier, delle autorità civili, militari del preside Maurizio Piscitelli, e con la presenza di Donatella Bianchi e delle telecamere di “Linea Blu” che hanno ripreso l’evento, è stato varato lo storico “otto” in legno, di recente ristrutturato, di proprietà dell’Istituto Comprensivo “G. da Procida – F. Caracciolo”.

Come ci dice il campionissimo Giuseppe Abbagnale, l’iniziativa tende di rilanciare uno sport d’acqua strettamente connaturato alla natura e tradizione del territorio che, almeno negli ultimi anni, ha trovato grosse difficoltà ad emergere. Oggi, continua il tecnico Sergio Caropreso, siamo certi di partire con il piede giusto, con trenta iscritti in una fascia d’età dai 10 anni in su, ed una voglia di fare che speriamo possa portare le soddisfazioni che tutti meritano. Il prima appuntamento agonistico, conclude Caropreso, sarà per la prossima primavera a Lago Patria con i campionati per la categoria allievi.

 Fonte: Comunicato stampa

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *