Home > politica > Fratelli d’Italia: Questa amministrazione è un vero disastro per il settore edile

Fratelli d’Italia: Questa amministrazione è un vero disastro per il settore edile

PROCIDA – A distanza di pochi giorni il partito della Meloni, rappresentato a Procida dal commissario cittadino geom. Michele Scotto, ritorna a mettere al centro dell’attenzione del confronto politico isolano una serie di problematiche che attanagliano il comparto edile. “Abbiamo da giorni segnalato l’interruzione di un servizio importante, quale quello dell’Ufficio Tecnico Comunale, senza ricevere ne risposte e ne segnali di soluzione al problema.

Alcune scelte sbagliate – dice Michele Scotto –  non possono compromettere al punto da mettere in ginocchio un importante settore, che come più volte ribadito è sempre stato un importante indotto per l’economia del paese. Non possiamo rimanere a guardare e rimanere impassibili su tali situazioni. Bisogna che gli amministratori si assumano la “responsabilità”. Quindi, a prescindere dell’appartenenza, sia politica che professionale, si dovrebbe avere il buon senso di mettersi a disposizione della comunità senza dare peso e maggiore importanza al proprio tornaconto!! Non è possibile che le categorie coinvolte, nonostante si avverta un silenzio assordante da parte loro, debbano dipendere da scelte sbagliate che non sono all’altezza di garantire il ben che minimo funzionamento di un così importante settore, quale l’edilizia, mettendo in ginocchio l’economia di un’intera comunità!

Mancano poche settimane al rinnovo del Consiglio Comunale – sottolinea Scotto -e nonostante ciò, sembrerebbe che il problema non esiste, nonostante nel quotidiano si raccolgono singole lamentele da parte di tutti gli addetti ai lavori e per tutto quello che si sta registrando sul territorio isolano.

Recentemente il territorio sta ricevendo degli interventi di restyling (lavori di metanizzazione, sostituzione dei manti di asfalto, ecc) e nessuno controlla la regolare esecuzione delle opere. Ci ritroviamo con cantieri aperti e nel contempo si consente all’interno di essi il normale scorrimento del traffico sia veicolare che pedonale. A cosa serve eseguire la sola fresatura durante le ore notturne? Qual è la logica? Dov’è la sicurezza? Sembra possibile far percorrere di buonora centinaia di studenti in tali tratti di strada, sia a piedi che con velocipedi e motocicli? E’ normale che dopo tali interventi ci ritroviamo con i tombini/caditoie a – 10 cm?

E’ normale che la sostituzione del manto di asfalto venga eseguita in un periodo dove le temperature si abbassano ed addirittura le giornate diventano piovose! E’ normale che dopo il rifacimento del manto di asfalto ci si ritrova con gran parte delle caditoie e tombini, completamente tombate dall’asfalto e con chiese che continuano ad allagarsi e bisogna poi intervenire nel cuore della notte?

E’ normale che le disposizioni che scaturiscono per l’esecuzione dai tali opere vengono quotidianamente modificate con conseguente creazione di gravi disagi sia al traffico che alle imprese, che non riescono a regolarsi ed organizzarsi per i necessari approvvigionamenti delle proprie attività?  Vogliamo parlare del recente rifacimento della segnaletica stradale orizzontale, peraltro in più punti già sbiadita ed illeggibile?

Dell’inserimento di strisce blu su tratti di strada che improvvisamente vengono rese da doppio senso di marcia a senso unico e nel contempo senza l’installazione di un semaforo viene consentito il doppio senso ad autobus ed altri veicoli “autorizzati”?

Tornando alla questione dell’Ufficio Tecnico comunale, “finalmente” dopo le nostre segnalazioni è stato integrato l’organico dell’UTC reinserendo un tecnico fino alla scorsa settimana impiegato presso l’ufficio anagrafe (probabilmente il nostro suggerimento è stato frutto di riflessioni da parte dell’Amministrazione!!) e quindi sembrerebbe che sia ripresa l’attività delle istruttorie delle pratiche ed infatti anche la Commissione per il Paesaggio ha ripreso l’attività. Purtroppo, però, apprendiamo che recentemente la stessa commissione nonostante lo scarso profitto, anziché limitarsi all’esamina delle pratiche ed esprimere il relativo parere limitatamente alla compatibilità paesistica, per semplificare la vita agli addetti ai lavori e di conseguenza ai cittadini che da mesi attendono risposte, entrano anche nell’aspetto urbanistico!!! Ci sembra giusto portare all’attenzione degli organi competenti e della cittadinanza tutta l’importanza strategica di ridare forza, ordine e funzionalità ad un settore determinante per la nostra isola.

Invitiamo – conclude il commissario di Fratelli d’Italia – con forza gli amministratori e tutte le forze sane del paese ad adoperarsi per in tal senso: oggi e nel prossimo futuro”.

Potrebbe interessarti

Procida: Il fallimento del servizio di trasporto marittimo

PROCIDA – Le condizioni meteo avverse delle ultime ore, peraltro ampiamente previste e preannunciate, e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *