Pirateria: Gianni Letta incontra armatore ‘Savina Caylin’

La nave è stata sequestrata nell’oceano indiano  l’8 febbraio, con 22 membri di equipaggio (5  italiani e 17 indiani) a bordo. Da allora sono trascorsi 234 giorni.

Secondo quanto riportato dall’agenzia ANSA di oggi 28 settembre delle ore 14:19 e dalla Reuters delle 14,10,  c’è stato l’incontro presso Pallazzo Chigi  tra il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta,  e Luigi D’Amato, armatore della Savina Caylin. Lo riferisce un comunicato del governo.

Nel corso della riunione, sono stati approfonditi i problemi legati al sequestro della nave ed alla sorte degli ostaggi italiani a bordo. Nell’occasione, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ha ancora una volta ribadito che il governo continuera’ a lavorare per il buon esito della vicenda.

La nave stava trasportando un carico di greggio per l’azienda di commodities Arcadia ed era partita dal terminal petrolifero Bashayer in Sudan, diretta al porto Pasir Gudang, in Malaysia, quando è stata attaccata, a 500 miglia dall’India e 800 dalla Somalia.

Potrebbe interessarti

blank

Geopolitica dei trasporti marittimi. Una chiave per comprendere il mondo

di Nicola Silenti da Destra.it La chiave di tutto è il mare. Per apprezzare appieno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *