Home > Trasporti > Giaquinto: Trasporti marittimi, Procida sempre più isolata

Giaquinto: Trasporti marittimi, Procida sempre più isolata

PROCIDA – I trasporti marittimi restano costantemente un argomento centrale nella discussione politica e non solo. Infatti, dopo la recente lettera inviata dall’Assessore Lucia Mameli alla Regione Campania per segnalare alcuni disservizi lamentati dagli utenti e riguardanti le società di navigazione SNAV e CAREMAR, registriamo la dura presa di posizione di Giuseppe Giaquinto, del Comitato Utenti Trasporto Isola di Procida, nella quale viene posto in risalto come, nel Golfo di Napoli, ci siano, se ancora mancassero conferme, cittadini di serie A e cittadini di serie B.

“Mentre come cittadini ed amministrazione di serie B – scrive Giaquinto – siamo costretti ogni volta a scrivere alla Regione Campania, con scarsi risultati, per segnalare i continui disservizi nei trasporti marittimi che penalizzano fortemente, in estate e ancora più in inverno la comunità procidana, a Capri, isola ed amministrazione di serie A, si scomoda buona parte del settore trasporti della Regione Campania per ricevere ed ascoltare i rappresentanti della comunità locale e delle associazioni di categoria sul tema dei disservizi nei collegamenti marittimi. Un bell’esempio di partecipazione democratica. Un bellissimo esempio da tenere ben impresso per le prossime elezioni.

Come infatti riportano alcuni organi di stampa, il 24 luglio 2019 si è tenuto un incontro in Regione sul tema dei collegamenti marittimi a Capri, alla presenza del delegato regionale ai trasporti on. le Luca Cascone, dell’on. le Mario Casillo, della dirigente UOD trasporto marittimo e demanio marittimo Lorella Iasuozzo con l’assessore al Comune di Capri delegata ai collegamenti marittimi Paola Mazzina, il Sindaco di Anacapri Alessandro Scoppa e in rappresentanza delle associazioni di categoria, per Capriexcellence Riccardo Esposito, Per Ascom Capri Luciano Bersani, per Federalberghi Isola di Capri Sergio Gargiulo.

L’incontro è nato dall’esigenza delle due comunità di Capri ed Anacapri di esporre alle rappresentanze regionali, le condizioni di grave disagio derivanti dai disservizi riscontrati da anni ormai nel settore dei collegamenti marittimi con l’Isola di Capri con gravi ripercussioni sulla sicurezza e l’ordine pubblico del territorio isolano. Nello specifico, si è ritenuto non più procrastinabile la richiesta di addivenire all’avvio di un tavolo tecnico permanente con la presenza di tutti i soggetti istituzionali ed imprenditoriali interessati che veda i rappresentanti dei due Comuni direttamente coinvolti in scelte strategiche per l’economia dell’intera Isola. I rappresentanti della Regione hanno raccolto l’appello delle due collettività dichiarandosi disponibili al coinvolgimento a partire già dai prossimi giorni, delle due amministrazioni di Capri ed Anacapri in maniera stabile in tutte le decisioni riguardanti la programmazione del piano accosti e tutte le problematiche ad essa connesse. Adesso – conclude Giaquinto – per riparare il torto aspettiamo il Governatore De Luca sull’isola per parlare di trasporti marittimi e terrestri assolutamente indecenti e del biglietto residente per i Figli di Procida applicato in tutte le altre isole italiane tranne che in Campania per gli isolani emigrati”.

Potrebbe interessarti

Trasporti marittimi: Solo noi stessi possiamo garantirci diritti ineludibili

Di Giuseppe Giaquinto PROCIDA – Raccolgo con piacere l’invito pervenutomi da più parti, in modo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *