Home > Eventi > Giuseppe Giaquinto: “Grazie Procida”

Giuseppe Giaquinto: “Grazie Procida”

giaquintoA poco più di ventiquattro ore dall’inizio della “Notte Blu”, una serata di festa per le vie della Marina Grande con musica, ballo, spettacoli, eno-gastronomia e la partita del Napoli diffusa in diretta su due maxischermo, è il momento di fare un resoconto, con il delegato al turismo Giuseppe Giaquinto,  sulla 64^ edizione della Sagra del Mare. “E’ stata una manifestazione di grande rilievo esterno, che ha visto concentrare sulla nostra isola l’attenzione di mass media e operatori di settore. Merito di un programma di grande spessore artistico-culturale – dice Giaquinto – ricco di musica ed arte che ha coinvolto ed appagato i gusti della maggior parte della nostra cittadinanza e dei tantissimi ospiti dell’isola, con allestimenti di grande qualità tecnica che ha visto alle ultime tre serate della manifestazione la presenza complessiva di 12.000 persone e oltre 500 quelle, che in quattro giorni, hanno avuto modo di visitare la riserva naturale di Vivara.

Numeri fortemente positivi – continua Giaquinto – che ci permette di gettare le basi per costruire eventi prossimi che porteranno benefici all’isola in termini economici e di visibilità così come di capire quanti siano pronti per un discorso corale di cambiamento e di progresso e quanti invece rimangono arroccati sulla polemica sterile e sulla voglia di distruzione. Un ringraziamento va alle associazioni, alle Forze dell’Ordine, alla Protezione Civile, agli Operatori del 118, allo staff comunale e ai tanti volontari che hanno collaborato all’organizzazione, ed un grazie di cuore va a tutta Procida per aver partecipato in modo corale attento e civile a tutti gli eventi in programma dimostrando la volontà di incamminarsi su una strada di crescita culturale e sociale. In ultimo, ma non per ultimo – conclude il delegato al turismo Giuseppe Giaquinto – un grazie a quanti la festa non è piaciuta per aver comunque contribuito con la propria critica a rinsaldare la volontà di quanti credono in questo nuovo cammino”.

Potrebbe interessarti

Graziella 2016: ecco le nove partecipanti

PROCIDA – Questa sera alle ore 20,00 in Piazza Marina Grande, nell’ambito della 66ma edizione …

4 commenti

  1. Non sono “un distruttore ” a prescindere,nè mi piace la polemica sterile e fine a sé stessa,ma posso tranquillamente
    affermare che trattasi di dichiarazioni,da parte del delegato al Turismo, assolutamente ” DELIRANTI “.
    Quattro giorni, seppur molto partecipati, non possono supplire a una stagione turistica nerissima, dove si è
    fatto poco o nulla, per implementare iniziative e progetti che avrebbero dovuto incrementare le presenze
    turistiche, specialmente, nei mesi di giugno, luglio, e inizio agosto.
    Dall’alambicco di tutta una stagione turistica programmata dai responsabili del Comune, ne viene fuori solo
    questa “Quattro giorni “: mi sembrano pochi, forse, bisognerebbe fare molto di più…

  2. La sagra del mare non ha mai fatto schifo come quest’anno. L’inciviltà, la disorganizzazione e il non rispetto delle regole erano all’ordine del giorno. L’unica cosa buona è stata Fiorella Mannoia e nemmeno tanto perchè poteva essere organizzata meglio e si potevano aspettare più persone. Si potevano fare convenzioni con hotel per permettere ai turisti di dormire e si poteva fare la notte blu a seguito della sagra del mare per fare un lungo percorso di eventi dato che comunque come giustamente dice gep. p. qui sopra per luglio e giugno non avete fatto una beneamata …
    E’ inutile mettere 4 vigili durante la sagra del mare e far vedere ai turisti che a procida si lavora quando poi tutti gli altri giorni si mettono divieti a cavolo e senza pensarci su. Che senso ha mettere il divieto per tutta Procida quando c’è una festa solo in parte dell’isola come una delle marine? Come mai quando vengono messi questi divieti non ci sono vigili che controllano? Perchè c’è chi può circolare e chi no? Allora caro Giuseppe non venire a dirci che la sagra del mare è stata bella e cosa perchè potrà pure essere vero ma una sola buona cosa (e con buona ti sto trattando) non ti fa rimediare un estate di cacca.
    I turisti li hai spaventati non li hai fatti venire. Inutile che ti mettevi al porto dietro al bancone a fare pubblicità insieme alla tua associazione ai tuoi eventi che poi tra l’altro sono falliti tutti quanti.
    Poi vogliamo parlare dei soldi di questa sagra e di tutti quelli destinati agli eventi estivi? Dove sono finiti? L’altro blog, tg procida, ha scritto che molti giovani hanno lavorato a questa sagra del mare. Posso sapere nome e cognome? CERTO! Ci deve essere la trasparenza!
    Povera Procida più si va avanti e più si va nella merda (e scusate la parola ma quando ci vuole ci vuole).
    Giuseppe, Assessore o come ti va che ti chiamino al posto di fare altri eventi di cacca sarebbe meglio che tu dessi le dimissioni ora, prima delle elezioni 2015. Per te sarebbe l’unica speranza di avere ancora un po’ di credibilità e serietà……… ma conoscendoti so bene che non lo farai.
    Ci sono tante cose su cui mi piacerebbe parlare ma diventerei noiosa e potrebbero non approvarmi il commento. Mi dispiace per Procida che non si merita una persona come te al comando perchè di comando ne hai ben poco.
    Giuseppe sai cosa ti farebbe comodo ora? Un bel biglietto di sola andata in Brasile. Statt buon!

  3. Giaquinto a Casa

    non premiarti da solo…………….la fortuna di procida è che in un periodo di crisi i tanti napoletani e campani rimasti a casa hanno preferito vacanze brevi nei posti vicini.e noi nonostante i prezzi dei traghetti che per me sono anche troppo bassi sono venuti tutti a procida per qualche giorno, ma questo turismo porta solo un po di respiro.

    non è costruttivo per niente, ma questo è un discorso purtroppo lungo e che presuppone persone disposte a confrontarsi con progetti e investimenti di lungo periodo….e i nostri operatori turistici e il caro Peppiniello non sono in graado di recepire……………

  4. Non ho seguito la Sagra del mare, ma a sentire la “vox populi” il “MI PIACE” (per usare un modo di comunicare feisbucchiano) è stato superiore al “NON MI PIACE”. Riguardo la Fiorella M’annoia, trovo ignobile che un cachè a questo tipo spettacolo costi quanto la paga di due anni di lavoro di un docente delle superiori dopo 25 anni di anzianità. Riguardo il boom delle presenze a Vivara, mi sembra esagerato (almeno lo spero) la Riserva è stata visitata forse da meno di trecento persone (a parte gli abusivi serali), comunque anche 300 in 3 giorni è un numero che rasenta il disturbo antropico della naturalità dell’Isola ed è da evitare.
    Auguro, nonostante tutto, un buon lavoro “illuminato” a chi voglia interessarsi al bene del Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *