Home > libri > Giuseppe Munforte vince la XXXII Edizione del Premio “Procida isola di Arturo Elsa Morante”

Giuseppe Munforte vince la XXXII Edizione del Premio “Procida isola di Arturo Elsa Morante”

PROCIDA – Giuseppe Munforte è il vincitore della XXXII Edizione del Premio “Procida isola di Arturo Elsa Morante” con Il fruscio dell’erba selvaggia (Edizioni Neri Pozza). Allo scrittore va in premio il tradizionale piatto in ceramica raku realizzato da Elena Lubrano Lobianco e uno straordinario pastore in terracotta raffigurante Arturo realizzato dall’artista procidana Antonietta Righi oltre ad un premio in denaro.

Giuseppe Munforte è nato e vive a Milano. Ha esordito nel 1998 con il romanzo Meridiano (Castelvecchi), Premio Assisi per l’inedito 1996. Tra le sue opere figurano La prima regola di Clay (Mondadori, 2008), Cantico della galera (Italic-Pequod, 2011), La resurrezione di Van Gogh (Barbera, 2013), Nella casa di vetro (Gaffi, 2014), romanzo finalista al Premio Strega 2014, Dove batte l’onda (Melville, 2015).

Anche quest’anno, nella splendida location della chiesa di Santa Margherita, si è verificato un ex aequo per il secondo posto con L’evidenza di Giovanni Greco (Castelvecchi Editore), e Hamburg  di Marco Lupo (edito da il Saggiatore), premiati dal direttore della Biblioteca nazionale di Roma, Andrea de Pasquale, e da Michele Assante del Leccese, presidente della giuria popolare.

Di straordinaria intensità l’intervento artistico di Pietra Montecorvino che, accompagnata alla chitarra dal maestro Ernesto Nobili, ha letteralmente infiammato la platea che l’ha applaudita a lungo entusiasta. Presente alla serata come testimonial della cultura procidana Valentina Manna, eletta lo scorso mese di agosto “Graziella 2019”.

Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco Raimondo Ambrosino e dall’assessore alla cultura Nico Granito per la partecipazione all’evento e per il lavoro delle due giurie, tecnica e popolare.

«La forza di questo straordinario premio letterario – ha commentato il Sindaco Raimondo Ambrosino – è la partecipazione della giuria tecnica e di quella popolare. Il loro verdetto si conosce solo nel corso della serata, perché ciascun lettore vota in diretta il libro che lo ha convinto. Quest’anno ha vinto Giuseppe Munforte con “Il fruscio dell’erba selvaggia”; secondo posto per Giovanni Greco e Marco Lupo. Colonna sonora della manifestazione, la straordinaria Pietra Montecorvino. Con “Procida Elsa Morante” si chiude per quest’anno la stagione dei grandi eventi culturali che contribuiscono tanto alla promozione dell’isola. Siamo pronti a presentare i prossimi appuntamenti, sempre con il massimo impegno, la dedizione e l’orgoglio per l’identità di questa nostra straordinaria terra».

Potrebbe interessarti

L’ANEA promuovo il “Progetto EYES”

PROCIDA – Nei giorni scorsi presso la sede dell’ Anea Napoli (Agenzia Napoletana Energia e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *