Influenza: In arrivo il picco.

Complice le condizioni meteo piuttosto ballerine, con sbalzi di temperatura e forte umidità, l’influenza già sta costringendo a letto decine di migliaia di italiani (circa 400mila nel ponte dell’Epifania). Con la riapertura delle scuole e il rientro negli uffici la situazione, ovviamente, è destinata a peggiorarare sino a raggiungere il picco, secondo gli esperti, tra fine gennaio ed inizio febbraio. Tuttavia, spiega il ministero della Salute, si tratterà di una stagione influenzale senza particolari allarmi. Le raccomandazioni sono quelle di sempre ed ovvero osservare le misure di igiene e protezione individuali, utili a prevenire la diffusione del virus influenzale, e di effettuare la vaccinazione, soprattutto ai pazienti a rischio di complicanze e alle persone non a rischio che svolgano attività di particolare valenza sociale. Altra raccomandazione: non usare gli antibiotici per curare l’influenza, perchè il loro utilizzo non è solo inutile, ma anche potenzialmente nocivo. Infatti, oltre a risultare inattivi contro le infezioni di origine virale, se assunti in maniera indiscriminata, gli antibiotici possono contribuire a favorire la selezione di germi resistenti. Gli antibiotici, ribadiscono gli esperti, costituiscono comunque un presidio molto importante in caso di complicanze batteriche, che possono verificarsi nel corso della malattia, soprattutto in soggetti predisposti, ma la loro prescrizione va sempre riservata al medico, in grado di indicare dosi e tempi corretti di assunzione.

Potrebbe interessarti

prevenzione donna

Prevenzione donna per lo screening dei tumori della cervice uterina e della mammella

PROCIDA – E’ partita “Prevenzione donna”, la settimana della prevenzione, promossa dalla Regione Campania, che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *