Home > Ischia e Procida: tredici interventi delle Guardie Lipu contro la caccia illegale

Ischia e Procida: tredici interventi delle Guardie Lipu contro la caccia illegale

Così abbiamo salutato l’apertura della stagione venatoria

12 richiami, 12 timer, 16 trombe per la diffusione del suono, 23 munizioni calibro 12 e  370 metri di cavo elettrico sequestrati dalle guardie della LIPU ad Ischia. Un richiamo elettromagnetico e relativo corredo è stato sequestrato sull’isola di Procida presso il promontorio di punta Solchiaro. Questo è il primo rapporto della LIPU da quando è iniziata la stagione venatoria.

Le Guardie Venatorie e Zoofile della Lipu – Lega Italiana Protezione Uccelli, negli ultimi giorni hanno svolto numerosi controlli sul territorio delle isole flegree per contrastare il malcostume della caccia operata con mezzi illegali, tredici richiami elettromagnetici sono stati scovati e sequestrati.

L’azione delle guardie si è concentrata soprattutto nell’individuare i richiami acustici che riproducono ad alto volume il canto della quaglia, i quali nelle ore notturne sono attivati dai bracconieri per attirare le quaglie in migrazione.

“L’utilizzo di tali strumenti – dichiara l’Avv. Fabio Procaccini, Delegato Provinciale della LIPU di Napoli – reca un danno enorme al contingente di uccelli migratori che in questo periodo si apprestano al trasferimento verso i quartieri di svernamento invernali, ottenendo una innaturale concentrazione di esemplari che vengono abbattuti con estrema facilità, oltre al disturbo arrecato da tali suoni ripetitivi al normale riposo delle persone nelle ore notturne.”

La legge Regionale della Campania sulla protezione della fauna selvatica, rimarcando quanto dispone la legge nazionale sulla caccia, vieta l’uso di questi richiami anche senza manifesta attitudine alla caccia, ed è per questo che le guardie della Lipu hanno provveduto al sequestro di numerosi congegni elettronici.

“Sull’isola d’Ischia il fenomeno si conferma molto diffuso e grave, considerata la quantità di illeciti accertata. – aggiunge Carmela Paolella, Delegata LIPU della Sezione Ischitana – per tutto il mese di settembre, in spregio a qualsiasi divieto di caccia, i richiami hanno echeggiato ovunque sull’isola verde, in particolar modo nel comune di Barano dove è stato effettuato il maggior numero di sequestri”.
Ma la situazione è grave anche in quei territori impervi come la costa della Scarrupata, Piano Liguori, La Guardiola, Punta San pancrazio e la Scannella dove gli interventi sono difficoltosi e il bracconaggio la fa da padrone. Altre difficoltà di intervento sono state registrate nelle zone di caccia in cui i bracconieri proteggono gli illegali richiami elettromagnetici chiudendo gli stessi in botole di ferro e cemento.

“Continueremo a controllare le nostre meravigliose isole – conclude Procaccini – che meritano il riprostino delle legalità venatoria.”

Comunicato Stampa LIPU – ISOLE

fonte: ischiablog.it

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *