Home > Musica > La procidana Graziella Florentino a Sanremo canta Napoli

La procidana Graziella Florentino a Sanremo canta Napoli

PROCIDA – L’annunciato Festival Napoletano, manifestazione nata nel 1931 al Teatro dell’Opera del Casino, è l’inedito progetto dell’editore Ilio Masprone, approvato dall’Assessorato al Turismo e dal CDA del Casino Municipale, dal suggestivo titolo “SanremocantaNapoli”.

L’evento è abbinato ad una seconda iniziativa: creare a Sanremo “Il Cantiere della musica” (anche) napoletana che presto esordirà nella Città dei Fiori del Sindaco Alberto Biancheri.

Il 1°maggio scorso sono partite – sul web – le iscrizioni per coloro i quali intendevano partecipare al concorso indetto allo scopo di sperimentare inedite musicalità, sonorità e testi per la canzone napoletana, attraverso nuovi interpreti e/o cantautori. Da questo punto di vista, nei giorni scorsi, la Commissione d’Ascolto, capitanata da Dario Salvatori, Marinella Venegoni e Ilio Masprone, ha selezionato i 20 artisti che si presenteranno a Sanremo con una Cover scelta da loro: a seguire si esibiranno con il proprio brano inedito rigorosamente in Lingua Napoletana.

I finalisti, nel Teatro del Casinò di Sanremo, canteranno 10 brani nella prima serata del 12 settembre e 10 nella serata successiva, infine il gran finale venerdì 14 settembre con l’esibizione di tutti e venti i selezionati (solo con l’Inedito), da qui la Giuria di Qualità nominerà i tre vincitori Ex-aequo, gli altri diciassette saranno tutti a pari merito.

I vincitori riceveranno il premio realizzato dal Michele Affidato, orafo di Crotone.

Diciamo la verità, si prova una certa emozione a vedere che nella squadra degli artisti selezionati è presente il nome della procidana Graziella Florentino. Graziella, dai suoi primi passi, si nutre di suoni, armonie grazie alla passione verso la musica del suo papà cantante e strumentista. Ha cinque anni quando solca per la prima volta il palcoscenico con un’esibizione canora. All’età di sette anni inizia a studiare pianoforte, conseguirà attestazioni pre-accademiche fino ad entrare al Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli all’età di quattordici anni in classe di pianoforte principale. Giunge al 5°anno e consegue la Licenza di Solfeggio e teoria musicale. Sono anche anni in cui matura la consapevolezza di voler esprimere il suo amore per la musica attraverso la voce, strumento autentico che nasce dalla propria interiorità, per cui decide di non proseguire con lo studio del pianoforte classico ed inizia a studiare canto moderno fino ad approdare allo studio del canto jazz in cui trova la sua vera dimensione che la completa. Durante gli anni partecipa a numerosi stage di formazione tra cui “SanremoLab” (2009) e “Area Sanremo” (2010) dove presenta due inediti. Si laurea in Scienze dell’Educazione e fa molte esperienze teatrali in piazze e teatri del Sud Italia che racchiudono Musical, Commedie di vario genere e partecipazioni ad eventi e concerti con alcuni nomi del panorama artistico nazionale tra i quali Cloris Brosca ed Eugenio Bennato, il tutto senza tralasciare la tradizione folklorica della sua terra natìa partecipando ad alcuni concerti del gruppo “Aegaeum Mare”. Lavora come cantante ed insegnate di propedeutica musicale, pianoforte e canto bambini-ragazzi. Nel 2015 viene ammessa al Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli risultando prima in graduatoria ed attualmente è prossima alla laurea in Canto e Musica Jazz ed è stata già ammessa al corso di laurea di secondo livello con punteggio 100/100.

«E’ stato un bel momento – ci dice non senza emozione Graziella Florentino – quando ho realizzato di essere stata selezionata per partecipare al Festival dedicato alla Canzone Napoletana nella città dei fiori e pensare di poter cantare sul palco dove ha visto esibirsi talenti ed artisti immortali come Louis Armstrong, Luigi Tenco, Modugno, Dalidà, Mina e tanti altri, mi carica di emozioni e di una bella responsabilità».

 

Potrebbe interessarti

Apre a Procida il primo glamping

PROCIDA – (c.s.) Un gioiello realizzato per l’ospitalità di una clientela che voglia coniugare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *