Home > Calcio > Luigi Muro: “Grande Procida, continuiamo così”

Luigi Muro: “Grande Procida, continuiamo così”

Isola di Procida Calciodi MARIO LUBRANO LAVADERA

E’ iniziato alla grande il campionato dell’Isola di Procida, con un secco 3-0 rifilato alla neopromossa Campania Ponticelli. Un risultato che soddisfa anche per il modo in cui è arrivato, con una prestazione di qualità ed anche di personalità della formazione di Biagio Lubrano Lavadera. “E’ stata una bellissima partita – commenta il presidente Luigi Muro – sia nel punteggio che nella prestazione. Ho visto una squadra tonica, cinica, anche se forse il punteggio è leggermente più ampio di quanto fosse giusto. Tutti bravi i calciatori che sono scesi in campo, anche chi è entrato ha saputo dare il proprio contributo in modo importante e questo mi rende veramente contento.” In realtà era stato il Campania Ponticelli ad iniziare meglio la partita, alla lunga però sono venuti fuori i limiti fisici della squadra napoletana con il Procida cha ha mostrato grande voglia di portare a casa i tre punti. “Nei primi venti minuti – spiega Muro – il Campania Ponticelli ci ha messo in difficoltà anche se non ha avuto queste occasioni così importanti. Poi noi con una traversa di Cibelli abbiamo rialzato la testa ed abbiamo sfiorato il gol che poi abbiamo trovato con Vallefuoco, che è un gigante nel fisico e nel morale. Poi due perle le ha finalizzate Quaranta ma sono state create da tutta la squadra. Ora ci godiamo questa vittoria concentrandoci però sulla coppa, dove vogliamo passare il turno, e sulla bellissima partita contro la Turris.” Bene tutta la squadra anche se due singoli hanno sorpreso in positivo: Vallefuoco ha siglato il suo secondo gol consecutivo mostrando fisicità e classe in difesa mentre il giovanissimo Cerase è stata la vera intuizione di mister Lubrano che lo ha schierato in modo inatteso. “Vallefuoco ci aveva già stupito nella prima partita – afferma Muro – e, devo dire la verità, io sono molto contento che lui giochi con noi perché è un ragazzo serio. Quando l’ho conosciuto mi ha dato qualcosa che mi convinceva e sono veramente contento di averlo scelto. Cerase, invece, è un procidano che ha subito dimostrato piglio e personalità. E’ un ’97, una bellissima sorpresa, e spero che continui così.” Oltre a Cerase sono scesi in campo altri quattro procidani (Muro, Cibelli e i fratelli Costagliola), altro segnale che soddisfa particolarmente il presidente Muro: “Stiamo piano piano costruendo una squadra solida, che resti sempre in queste categorie. E’ chiaro che intorno ad una base solida vogliamo costruire una rosa di isolani importante che possano affermarsi a buoni livelli. Speriamo di avere nel giro di qualche anno una squadra di almeno quindi procidani.”

Potrebbe interessarti

Procida-Ischia 3-0. Il Procida ribalta il risultato dell’andata e ipoteca il passaggio del turno

PROCIDA – Una “remuntada” a tutti gli effetti come si usa dire in questi casi, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *