Home > associazionismo > Manutenzione strade: oltre il danno la beffa

Manutenzione strade: oltre il danno la beffa

strade rotteCon sempre maggiore frequenza capita di ascoltare gli amministratori di un territorio che lamentano le scarse risorse economiche disponibili nelle casse comunali cosa che comporta, nella maggioranza dei casi, una riduzione (se non la cancellazione) di determinati servizi, a volta indispensabili, a favore dei cittadini, fermo restando scoprire, poi, che, con un maggiore buon senso ed oculatezza, forse, si potrebbe fare, anche nelle piccole cose, di meglio e di più.

“Se andiamo da qualsiasi medico – dice il responsabile della Federconsumatori Procida, Tommaso Forestieri –  il consiglio che ci sentiamo spesso ripetere è: ”meglio prevenire che curare”. Al Comune di Procida, invece, le cose sembrano andare in modo diametralmente opposto. Durante la discussione tenutasi nell’ultima riunione di Consiglio Comunale, infatti, tra i tanti rivoli di spesa pubblica, è emerso che l’ente locale elargisce in un anno circa 60.000 euro (SESSANTAMILAEURO) per rispondere alle cause intentate dai cittadini che lamentano danni fisici o a veicoli, a causa del dissesto in cui versano molte strade del territorio isolano. Da questo punto di vista – continua il responsabile Federconsumatori – già nel corso degli anni passati il consigliere comunale, dott. Gennaro Cibelli, attuale presidente della Commissione Consiliare Trasparenza, aveva posto il dito nella piaga richiamando il Sindaco Capezzuto, l’Amministrazione e gli uffici ad una maggiore attenzione verso questa problematica. Lette le voci riportate nell’attuale bilancio, però, il risultato non può che ritenersi altamente insoddisfacente giacché è aumentato il contenzioso così come pure la somma destinata alla liquidazione dei sinistri.

Come Federconsumatori – conclude Forestieri -, ci chiediamo: non sarebbe meglio, in un momento in cui i cittadini devono tirare la cinghia su ogni fronte, utilizzare queste risorse, o una parte di essere, per manutenzionare, in via preventiva, strade e vicoli senza dover subire, oltre al danno, anche la beffa di dover pagare due o più volte interventi che, nella maggior parte dei casi (basoli da sistemare, buca da riempire, albero da potare) potrebbero essere realizzati con pochi spiccioli evitando così danni a persone e cose?”.

Potrebbe interessarti

Scala: Vicini al lutto che ha colpito la famiglia Iannuzzi

PROCIDA – Ieri sera abbiamo appreso della notizia relativa alla scomparsa della sorella di Francesco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *