Home > Napoli. "Rotte Migranti. Un viaggio diverso dagli altri".

Napoli. "Rotte Migranti. Un viaggio diverso dagli altri".

Un mostra  per sensibilizzare e in-formare sul tema della migrazione a Città della Scienza dal 28 Febbraio al 4 Marzo.

In accordo con la proclamazione del 2010 come “Anno europeo della lotta alla povertà e all’esclusione sociale”, si terrà a Città della Scienza, dal 28 febbraio al 4 marzo, la mostra “Rotte Migranti”, realizzata e curata nell’ambito dell’omonimo progetto della Ong CISS/Cooperazione Internazionale Sud Sud, co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e attuato in partenariato con il CIES, il COCIS ed il GUS.

La mostra consiste in un gioco di ruolo dal vivo, nella quale i partecipanti vivranno in prima persona il viaggio di tre diversi personaggi: un minorenne albanese, un giovane pakistano e un richiedente asilo etiope. I ragazzi si sposteranno da una realtà all’altra affrontando situazioni impreviste e sperimentando i tanti modi in cui i diritti umani vengono calpestati. Verranno catapultati nella complessità di una realtà, quella del migrante durante il viaggio dal suo paese di origine ad un nuovo paese, che vuole suscitare un impatto emotivo ed un coinvolgimento empatico nel visitatore e per fargli scoprire l’esistenza di soluzioni possibili.

La tappa napoletana è stata realizzata in collaborazione con il CEICC/Centro Informazione Cultura e Cittadinanza, con il Comune di Napoli e con il patrocinio dell’UNICEF. Lo scopo, è quello di sensibilizzare i cittadini italiani, soprattutto i giovani, allo sviluppo sociale della comunità attraverso la costruzione di una società aperta e pluralista, che riconosca nel migrante, non solo il suo valore economico e produttivo, quanto un’opportunità di crescita culturale per il Paese.

per info su orari ed eventi +39.081.7352.424

Potrebbe interessarti

“Nelle scuole tra la gente”. A Napoli l’Assemblea Generale delle RSU Regione Campania

NAPOLI – “Nelle scuole tra la gente”. Questo il motto che ha caratterizzato l’Assemblea Generale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *