Home > Comunicati Stampa > Operazione di contrasto alla pesca illegale lungo il litorale di Castel Volturno

Operazione di contrasto alla pesca illegale lungo il litorale di Castel Volturno

 Alle prime luci dell’alba gli uomini della Guardia Costiera di Castelvolturno hanno condotto una vasta operazione di polizia marittima volta al contrasto della pesca illegale lungo il litorale Domizio di Castel Volturno. Nei giorni precedenti all’operazione erano giunte al Comando della Guardia Costiera di Castel Volturno diverse segnalazioni di pescatori regolarmente iscritti che lamentavano la presenza presso tutto il litorale di numerosi pescatori di frodo intenti alla pesca della “Tellina” vietata per tutto il mese di aprile perché in riproduzione.

Le segnalazioni erano tutte fondate infatti, l’intervento dei militari ha consentito di sequestrare circa 4 quintali del prezioso frutto di mare pronto per essere commercializzato privo di qualsiasi rintracciabilità sul mercato nero attraverso pescherie consenzienti. Alcuni pescatori abusivi, alla vista dei militari, si sono dati alla fuga, lasciando sul posto l’attrezzatura utilizzata per pescare a mano il prodotto ittico, mentre a coloro che non sono riusciti nella fuga, sono state elevate sanzioni amministrative per migliaia di Euro oltre al sequestro di numerosi attrezzi da pesca.

Il prodotto ittico ancora vitale è stato gettato nuovamente in mare anche al fine della riproduzione. L’operazione si inserisce nell’ambito dei serrati controlli che la Guardia Costiera di Castel Volturno svolge, sotto il coordinamento dell’ Ufficio Circondariale Marittimo di Pozzuoli, per assicurare il rispetto delle norme relative alla pesca professionale e per tutelare quei pescatori che svolgono regolarmente il loro mestiere. Tali operazioni proseguiranno anche nei prossimi giorni, al fine di prevenire e, dove necessario, reprimere i comportamenti connessi alla pesca indiscriminata lungo la costa

Potrebbe interessarti

Guardia Costiera Ischia, salvataggio barca a vela a largo di Forio

ISCHIA – Nel primo pomeriggio di ieri giungeva alla sala operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *