Home > Trasporti. Per il presidente della Pro Loco di Procida, Peppe Giaquinto, c’è ancora tanto da fare.

Trasporti. Per il presidente della Pro Loco di Procida, Peppe Giaquinto, c’è ancora tanto da fare.


La Pro Loco Procida – ci dice il presidente Peppe Giaquinto – punta al miglioramento dell’accoglienza sul territorio e all’adeguamento e al potenziamento di tutti i servizi sull’isola. Il trasporto pubblico locale rappresenta un elemento indispensabile per garantire all’isola un nuovo modello integrato di mobilità, ed una maggiore e migliore fruibilità del territorio nel suo complesso. L’arrivo del nuovo bus dell’ EAV Bus che coprirà la linea C2 – continua il presidente -è solo un piccolo primo passo verso questa direzione. C’è da dire che fino ad oggi l’azienda non ha mostrato grande attenzione verso l’isola di Procida, soprattutto in termini di investimenti, rimasti praticamente quelli di 20 anni fa, se si fa eccezione per i 4 nuovi bus della linea L1 poi dirottati a Ischia. La nostra idea – sottolinea Peppe Giaquinto – è quella di garantire un trasporto ecocompatibile per il centro storico e le periferie dell’isola ed un trasporto integrato efficiente a basso impatto ambientale lungo l’asse centrale a servizio altresì del trasporto marittimo. Idea che ha trovato riscontro da parte dell’azienda nei vicini comuni di Bacoli e Sorrento. Da subito l’azienda potrebbe garantire una maggiore efficienza nella comunicazione con l’apertura in un infopoint al porto e un sistema di paline intelligenti lungo i percorsi che informi l’utenza sul passaggio degli autobus, così come è auspicabile una immediata attivazione dello stesso sistema di biglietti adottato nella vicina isola d’Ischia con l’istituzione di biglietti giornalieri, settimanali nonché l’istituzione dell’abbonamento per nucleo familiare con notevole risparmio per i residenti e soprattutto degli ospiti dell’isola. Da ultimo – conclude Giaquinto – chiediamo all’EAV Bus una maggiore attenzione all’organizzazione del trasporto per i disabili, praticamente impossibilitati ad utilizzare i mezzi pubblici e per l’utenza scolastica, tale da scoraggiare l’utilizzo del mezzo privato da parte dei genitori costretti ad accompagnare i figli più piccoli fino ai cancelli scolastici.

Potrebbe interessarti

Insieme in Movimento: La mobilità grande problema per Procida

PROCIDA – (c.s.) Ormai l’estate si approssima alla sua conclusione naturale, anche metereologica, ed è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *