Trasporti marittimi: Per i pendolari occorrono interventi ad horas

PROCIDA – Domenico 18 dicembre, presso la Sala consiliare “V. Parascandola” in via Libertà, si sono riuniti – previa convocazione attraverso il gruppo w.a. “Pendolari SNAL” con invito divulgato su tutte le piattaforme social dedicate ai pendolari incluso Telegram e Facebook– i pendolari dell’Isola di Procida. Presenti, oltre agli amministratori del gruppo w.a. e delle altre piattaforme sopramenzionate, l’Assessore ai Trasporti Lucia Mameli e il Coordinatore della sez. Mare di ASSOUTENTI Campania Peppino Rosato.

La riunione, avente carattere sia informativo che organizzativo, ha visto rappresentare dalle diverse componenti che viaggiano sulle tratte Procida-Napoli, Procida-Pozzuoli e Procida-Ischia, le innumerevoli carenze del servizio che la Regione Campania ha predisposto per assicurare all’Isola di Procida la continuità territoriale di cui è responsabile ai sensi delle vigenti Leggi.

Nel corso della riunione si è evidenziato come, a partire da settembre 2022, il servizio si sia progressivamente deteriorato, sia con riferimento al numero di corse che con riferimento alla loro affidabilità, stante le numerose soppressioni prive di adeguate comunicazioni informative ed i frequenti se non sistematici ed ingiustificati ritardi.

Da tale deterioramento del servizio derivano notevoli disagi per pendolari e viaggiatori procidani che, dopo circa quattro mesi, sono ormai giunti all’esasperazione e, pertanto, chiedono che l’intera comunità isolana faccia sentire la propria voce di protesta affinché giunga forte e chiara all’Ente regionale competente.

All’uopo chiedono al massimo consesso istituzionale del territorio, il Consiglio comunale dell’Isola, di farsi portavoce presso la Regione Campania, ai competenti livelli decisionali, dell’esigenza per l’intera Comunità isolana di avere un sistema di Trasporto Marittimo in grado di assicurare una reale continuità territoriale, non intermittente in funzione della volontà e/o interessi dei Vettori che

curano il servizio operando nell’ambito del cd “Libero Mercato”. “I Procidani, così come tutti gli isolani del golfo di Napoli – si legge in una nota – hanno diritto ad una continuità territoriale certa, che la Regione deve assicurare con contratti di servizio che assegni oneri e onori a tutti i Soggetti interessati provvedendo a regolarne il corretto svolgimento, anche con il supporto delle Autorità e degli Enti preposti ai controlli di sicurezza ed efficienza delle unità impiegate”.

Nelle more dell’attuazione del cambiamento prospettato, i pendolari evidenziano l’urgenza di soluzioni ad horas per dare concrete ed immediate risposte alle carenze che stanno creando i disagi più gravi. In particolare con riferimento alla corsa da Procida a Pozzuoli, indispensabile per raggiungere in tempo utile il posto di lavoro, finora effettuata dal Vettore Gestour con partenza alle ore 5:50, si suggerisce di chiedere alla soc. Caremar di effettuare una ulteriore corsa per Pozzuoli, via Procida, con la nave che oggi parte alle 8:20 da Ischia.

In attesa delle determinazioni del Consiglio Comunale, cui si chiede di condividere il presente documento e di adoperarsi per la sua attuazione, il coordinamento dei pendolari dell’Isola di Procida indice lo stato di agitazione degli Utenti dei collegamenti marittimi avviando la sensibilizzazione di tutta la Comunità isolana al fine di organizzare una manifestazione di sostegno alle richieste avanzate.

Potrebbe interessarti

Meteo: Molti collegamenti marittimi sospesi

PROCIDA – A causa dei venti da sud ovest molto forti che soffiano da questa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *