Pirateria: Aspettando che ci scappi il morto.

di Peppino Capobianchi
Allora è vero! Stiamo aspettando che ci scappi il morto!

Leggo quest’articolo del sempre ben informato Massimo Alberizzi e quest’altro e mi ricordo dell’amico di Bertolaso che esultava alla notizia del terremoto in Abruzzo: c’è sempre qualcuno pronto a speculare sulla disgrazia altrui! E questa volta anche il padre di Eugenio Bon parla espressamente degli armatori che non farebbero niente ” per attendere freddi e impassibili la famosa attesa dei 10 o 12 mesi di sequestro che farà guadagnare tutti.” Ma com’è possibile che lo stato Italiano non faccia niente per fare chiarezza per mettere in luce che giochi sporchi ci sono dietro questa vicenda?

L’ho già detto altre volte é necessario capire che e chi è responsabile di questa cinica attesa perchè se esiste una vera responsabilità degli armatori, se veramente stanno buttando a passare il tempo per i loro guadagni a quel punto altro che manifestazione pacifica! andiamo alla sede di questi figli di put..a e riempiamoli di fango/merda! Devono vergognarsi di essere mai nati.
La vera disgrazia di questi poveri sventurati e di essere capitati tra due bande di squali per i quali contano solo i soldi
In tutto questo cosa fa lo stato (e non parlo del capo del governo) per tutelare i suoi cittadini?
Sarebbe pensabile un atteggiamento simile in nessun altro stato occidentale???

Me lo chiedo e ve lo chiedo con amarezza!

Potrebbe interessarti

Il mondo marittimo chiede il ministero del Mare. Il governo dei terricoli risponde picche

di Nicola Silenti da Destra.it Ridare slancio, vigore e speranza all’universo marittimo italiano con un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.