Pirateria: sequestrata un'altra nave italiana

da Lberoreporter
Un’altra nave italiana è caduta in mano ai pirati. L’episodio di pirateria marittima si è consumato nel Golfo della Nigeria. La nave catturata è una petroliera, la ‘Rbd Anema e Core’ di proprietà della compagnia ‘Rbd Armatori Spa’ di Torre del Greco (Napoli). L’imbarcazione E’ stata sequestrata mentre navigava a circa 23 miglia a sud di Cotonou, nella Repubblica del Benin, nel golfo della Nigeria. Insieme alla nave catturati i membri dell’equipaggio. A cadere nelle mani dei pirati 23 marittimi di diversa nazionalità, 20 filippini, 2 italiani, il primo ufficiale ed un allievo ufficiale, e il comandante di nazionalità rumena. Secondo le prime informazioni sarebbe almeno tre i pirati che sono riusciti a salire a bordo dell’imbarcazione prendendone il controllo. Con questa sono tre le navi italiane in mano ai pirati. Le altre due sono la petroliera ‘Savina Caylyn’ e la ‘Rosalia D’Amato’ rispettivamente catturate l’8 febbraio e il 21 aprile scorso nell’Oceano Indiano. Con questi altri due marittimi italiani diventano invece, 13 i lavoratori del mare italiani ostaggi dei pirati.

Potrebbe interessarti

blank

Perchè è tempo di guardare all’Africa con occhi nuovi. Senza ideologismi e paure

di Nicola Silenti da Destra.it A scorrere le pagine del libro” La speranza africana. La terra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *