Home > procida > A Pozzovecchio anche il postino si gode l’arrivo dell’estate

A Pozzovecchio anche il postino si gode l’arrivo dell’estate

PROCIDA – Il vulcanico Carletto si prepara all’estate e ad accogliere turisti e procidani nel suo lido, in quello che è stato un angolo location dell’indimenticabile film di Massimo Troisi “Il Postino”.

Indovinate a chi ha riservato il posto in prima fila?

Potrebbe interessarti

Partono i lavori di metanizzazione in via Vittorio Emanuele

PROCIDA – Lunedì 15 ottobre dalle ore 7.00 verrà interessata dai lavori via V. Emanuele …

Un commento

  1. E chi se lo dimentica ” Il postino ” dopo averlo visto e rivisto a casa a scuola e chissà ancora dove altro …tanto da rappresentare un icona del sogno isolano !
    IL POSTINO ………..DI pierarotella@libero.it

    CINQUE O PIU’ VOLTE HO POTUTO APPREZZARE
    QUEST’OPERA CHE,PRIMA A CINEMA, POI
    A CASA E,ANCORA, NELLA SALA SARPI
    DEL LICEO CLASSICO,
    DOVE SVOLGEVO IL MIO RUOLO DI BIBLIOTECARIA…
    SINO ALLE LACRIME,NON HA MAI SMESSO
    D’ EMOZIONARMI…
    IL POSTINO,
    PROTAGONISTA COMPIANTO ED AMATISSIMO,
    MASSIMO TROISI,ESPRESSIVO NEL RUOLO SCELTO;
    INTERPRETA I BUONI E SEMPLICI SENTIMENTI
    D’UN IMPIEGATO PROCIDANO, ALFABETIZZATO .
    NARRA IN CHIAVE LIRICA,
    CIO’C’OGNI IGNORANTE ISOLANO,
    AVREBBE VOLUTO DESCRIVERE SE,NE FOSSE STATO CAPACE..
    IMMAGINI FORTI ED AL CONTEMPO
    DI DELICATA E RARA BELLEZZA CHE,
    SULLO SCHERMO SI SUCCEDONO…
    LA PROTAGONISTA,
    UN’ISOLANA SEMPLICE ED ATTRAENTE,
    CORTEGGIATA DAL GIOVANE IMPIEGATO…
    NEL SUO SPARTANO E COMPLICE CORRISPONDERGLI,
    INFIAMMA IL GIOVANE POSTINO NNAMORATO…
    CHE CHIEDE SOCCORSO E COMPRENSIONE..
    AL POETA NERUDA,
    RIFUGIATO SULL’ISOLA PER UN REGIME DITTATORIALE
    AD EGLI OSTILE…PABLO NERUDA, IN VOLONTARIO ESILIO
    DIALOGA COL GIOVANE E NE TRAE,DA MAESTRO..
    ACCENTI CORRISPOSTI…CHE,NEANCHE AVREMMO IMMAGINATO,
    E CONOSCE LA CARA E PROMESSA
    FACENDO DA TESTIMONE ALLE LORO NOZZE,
    E CON PROPOSITI ALTERNI,
    RIPARTE, VERSO LA PROPRIA TERRA .
    IL SUONO DEL VENTO,
    DELLA NOTTE,
    DELLE MAREGGIATE
    DEL CUORE DI PABLITO..
    ANCORA NEL VENTRE DELLA MADRE..
    VENGONO REGISTRATI,DAL POSTINO IN DONO PER IL POETA….
    PER ESSERGLI INVIATI COME VERSI RICONOSCENTI ..
    CREATI SUL LUOGO DALL’ INCANTEVOLE BELLEZZA DELLA NATURA .
    MA AL RITORNO SULL’ISOLA..NERUDA PROVERA’
    MOTIVO DI RAMMARICO
    PER NON AVER RICEVUTO NE’COMPRESO APPIENO,
    IL SIGNIFICANTE MESSAGGIO DELL’AMICO…ORAMAI GIA’ DIPARTITO .

    Chi si può scordare l’emozione intensa e struggente della voce …del mare !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *