Home > Procida: Ancora sull’IMU …. e ne parleremo a lungo!

Procida: Ancora sull’IMU …. e ne parleremo a lungo!

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Giovanni Villani sulla questione IMU.

L’informativa ricca di dati puntuali e simulazioni che l’ing. Vincenzo Muro hainviato al nostro blog il 16 febbraio relativamente all’IMU suscita molta preoccupazione nella Comunità procidana e soprattutto presso le famiglie.
Cogliamo, pertanto, l’occasione per socializzare ulteriori elementi di chiarezza sull’IMU affinchè da una fase di “cognizione” si provi a passare ad una fase di :
• attivazione del buon senso presso l’Amministrazione Comunale;
• consapevolezza presso le famiglie per gli effetti che tale imposta avrà sul tessuto economico e sociale dell’Isola a partire da giugno p.v. (con la 1a rata IMU),
L’IMU non sostituisce solo l’ICI, l’IMU sostituisce anche, per la componente immobiliare, l’IRPEF e le relative addizionali (comunale e regionale) dovute in relazione ai redditi fondiari relativi ai beni non locati; quindi ai fini IRPEF gli immobili posseduti dai “privati” saranno tassati solo se locati.
Nel caso di immobili locati, fattispecie molto diffusa a Procida, i Comuni possono ridurre l’aliquota di base dell’IMU (0,76%) fino a 0,4%.
Occorre, inoltre, evidenziare che l’IMU colpisce anche l’abitazione principale nonché le pertinenze della stessa, classificate nelle categorie C/2, C/6 e C/7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.
Così come per l’abitazione principale e relative pertinenze è prevista una detrazione di euro 200,00, che per il 2012 e 2013 è maggiorata di euro 50,00 per ciascuna figlio di età non superiore a 26, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale. L’importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare l’importo massimo di euro 400,00.
E’ pur vero che la normativa IMU necessita di ulteriori interventi ed indicazioni operative, ma c’è un ulteriore aspetto che fin d’ora appare altrettanto chiaro, ossia la potestà regolamentare riconosciuta al Comune in materia di IMU.
Confidiamo che la ns. Amministrazione Comunale, consapevole (!) del momento difficile che anche la ns. Comunità vive ed al fine di tutelare le famiglie, cardine del tessuto sociale, eserciti la potestà regolamentare intervenendo quantomeno su:
• aliquote;
• detrazione base;
• immobili dati in uso gratuito ai familiari come abitazione principale;
• abitazione principale di anziani;
• immobili locati;
• immobili inagibili.
Senza dimenticare che anche il ns. Comune necessita di un regolamento che disciplini l’IMU in tutte le sue articolazioni relativamente a:
• controlli;
• accertamenti;
• riscossione.

Potrebbe interessarti

Procida, Ischia e Capri Mobile – Tre isole in un Click.

Riceviamo e pubblichiamo Le isole del golfo di Napoli sempre  a portata di mano. Questo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *