Home > Procida. Atto sacrilego nell’Abbazia di San Michele Arcangelo

Procida. Atto sacrilego nell’Abbazia di San Michele Arcangelo

L’Abbazia di San Michele Arcangelo, il monumento di maggior pregio e attrattore turistico culturale dell’isola di Procida che ospita la statua raffigurante il Santo Patrono, probabilmente nella notte tra domenica 15 e lunedì 16 marzo, è stata visitata dai ladri, entrati da una porticina laterale adiacente l’antica porta romanica, quindi dal lato opposto all’abituale ingresso delle “processioni”, che hanno portato via una cospicua refurtiva costituita, secondo le prime indiscrezioni, da quadri, crocifissi, candelieri e altro materiale sacro.
I ladri, evidentemente ben informati e a conoscenza delle abitudini compreso la circostanza che il lunedì l’Abbazia apre solo nel primo pomeriggio per effettuare le pulizia, hanno operato indisturbati lasciando poi sul campo tutti gli arnesi utilizzati per portare a compimento il colpo.
A seguire le operazioni il comandante della stazione dei Carabinieri di Procida, maresciallo Salvatore Cuppone, che, con gli uomini del Nucleo Operativo, dopo aver interdetto i locali della chiesa, sta procedendo ai rilievi e agli interrogatori del caso per la ricostruzione dell’accaduto così come la verifica del materiale trafugato.
Difficile, al momento, oltre l’immenso valore storico, dare un valore economico alla refurtiva.

Anche il quotidiano Il Mattino ne da notizia. Clicca sul link

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *