Home > politica > Procida, controreplica di Dino Ambrosino: “Confrontiamoci pubblicamente”

Procida, controreplica di Dino Ambrosino: “Confrontiamoci pubblicamente”

dino ambrosinoCon il comunicato diffuso nella serata di ieri il Sindaco di Procida ancora una volta non ha spiegato per quale motivo ha coperto di ridicolo le istituzioni procidane, revocando un’ordinanza dopo neanche 24 ore da quando l’aveva emanata. Lo sciocco riferimento al guasto degli autobus poteva andare bene quando si doveva giustificare per aver marinato la scuola, e non certo per dare conto alla comunità isolana del suo comportamento schizofrenico.
Non so se il comunicato è farina del suo sacco o se ha dovuto aspettare che lo confezionasse il suo consulente ischitano alla comunicazione (che costa 10.000 euro l’anno alla comunità procidana), fatto sta che è disarmante verificare come il Primo Cittadino dell’isola piuttosto che spiegare le ragioni dei suoi atti pubblici, punti a delegittimare il rappresentante della parte politica avversa.
A tal proposito, invece di preoccuparsi delle mie presenze al Municipio (abbastanza regolari ad onor del vero), farebbe bene a verificare quelle dei suoi assessori, e a verificare se producono qualcosa per il paese, visto quello che complessivamente ci costano. O forse è troppo ardire questo, considerato che neanche si parlano, come dimostrano i fatti.
Non sto qui a rispondere nel merito delle singole sciocchezze che dice, come quando ci accusa di non fare proposte o rivendica fantomatici risultati politici, faccio solo sommessamente notare, a mò di esempio, che non ci ammorba più con la storiella di aver risanato le casse dell’Ente, dopo che in Consiglio Comunale gli abbiamo spiegato per filo e per segno, tra le altre cose, la differenza tra “bilancio strutturalmente deficitario” e “debiti fuori bilancio”.
Se poi proprio ci tiene ad affrontare le singole questioni, ribadisco la mia disponibilità ad un pubblico confronto, che si potrebbe organizzare presso la Casa Comunale già in uno dei primi giovedì pomeriggio di settembre.
Che dire infine, se mai avessimo la remota possibilità che in futuro una nostra proposta venisse accolta, non esiteremmo a riformularla: Vincenzo Capezzuto dimettiti!

Potrebbe interessarti

PIAZZA DEI BAMBINI: PRIMA FIERA DELL’USATO

PROCIDA – (c.s.)L’Assessore alle Politiche Sociali Sara Esposito questa mattina ha condiviso la partecipazione alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *