Home > Ambiente > Procida da salvare dall’incuria e dal mare

Procida da salvare dall’incuria e dal mare

Riceviamo da Miriam Esposito e pubblichiamo.

PROCIDA – Il susseguirsi di crolli di un alto tratto di costa sovrastante la spiaggia, com’è accaduto alla Chiaia nei giorni scorsi, appare più sensazionale e di maggiore impatto, in termini di notizia, rispetto al lento depauperamento e alla progressiva scomparsa di interi arenili per il lavorio costante ed incessante del moto ondoso.

Alla Chiaiolella, dove la spiaggia, bellissima, è in corso di lenta ed inesorabile “estinzione”, il grave fenomeno corrosivo cui è, da tempo, sottoposta, è sembrato, a detta di molti, esaurirsi, per lo più, in episodi di sterile propaganda priva di prospettive volte a soluzioni concrete.

D’altronde, anche alla Chiaiolella, dove la collinetta di Santa Margherita che domina il litorale, introduce alla zona del ponte e dell’isolotto di Vivara, c’è il breve tratto di costa alta che, qualche anno fa, è precipitato rovinosamente, con detriti e macerie derivate anche dai danni alle abitazioni, che hanno sostato, per un lungo lasso di tempo, nello specchio d’acqua interessato, prima di essere rimossi. Poi, però, è stata costruita la scogliera di protezione…

Quest’anno, il problema enorme, tema privilegiato di esternazioni e lamentele fra bagnanti ed esercenti dei lidi, è stato inerente all’evidente ridursi della spiaggia con la percezione di venir meno, per ciascuno, del proprio spazio fruibile. È stato inaspettato e sorprendente dunque, che, mentre alla Chiaiolella ci si arrovellava in queste tematiche, alla Chiaia (altro autentico Paradiso in terra) si verificassero le frane. Che dire?

Ai Signori Amministratori, deputati alla ricerca di strategie e tecniche che pongano argine allo scempio, è necessario ricordare che bisogna agire subito e con determinazione. La meravigliosa spiaggia della Chiaiolella, che ha rappresentato e rappresenta la gioia per tanti bambini, scompare e muore un po’ tutti giorni, ma silenziosamente, senza clamore e sensazionalismi. Che peccato!

Potrebbe interessarti

Procida, Giornata Mondiale dei Prematuri

PROCIDA – L’Amministrazione Comunale, nella persona dell’Assessore alle Politiche Sociali Sara Esposito, intende accogliere e …

7 commenti

  1. A pensarci, fa piangere il cuore. Ultimamente, ho scritto a vario titolo, col filo conduttore del tema ricorrente della catastrofe che si va realizzando, sotto gli occhi di tutti, con coste che franano e arenili che scompaiono e, pur tuttavia, tra eventi e sagre (irrinunciabili queste ultime, identitarie della tradizione isolana) si tira a campare, festeggiando, con una buona dose di incoscienza, sulle rovine del territorio.
    In altre regioni italiane, nelle quali il fenomeno dell’erosione marina è presente, se ne studiano cause e circostanze e si
    approntano piani di difesa, mentre da noi, ad oggi, parrebbe che questo argomento concorra, semplicemente, con altri, all’indistinto calderone della propaganda politica.
    Sarebbe auspicabile che, specialmente per la Chiaiolella, sopravvengano fatti de iniziative concrete a risolverne lo stato
    di abbandono e che, infine, diano speranza smentendo il pessimismo di queste affermazioni.

    • Chi sa perché la signora Colturi tiene tanto all’arenile della Chiaiolella.

    • dott. Miriam suggerisco a voi residenti sull’isola di, fotografare e pubblicare
      su questo sito quello che di buono ..o di cattivo… i vostri rappresentanti comunali
      promuovono ” concretamente ” a, beneficio del territorio che rappresentano e,
      di voi tutti cittadini che li avete eletti e .. pagati .. a tale scopo !
      Così che in campagne elettorali future, siano in grado di rammentare
      ogni effettiva collaborazione offerta … ed in tempi non sospetti !!

  2. https://youtu.be/7aw_UwnG0aQ :
    Un sogno isolano che incanta ogni viandante e colora la nostra grigia esistenza ….
    un paesaggio misterioso ed irrinunciabile …
    un incantevole parentesi nel buio della nostra miserabile esistenza …
    un apostrofo roseo di suggestioni salmastre …
    un tramonto che colora ogni pensiero .. ogni desiderio … foto d’amore !

  3. Ormai, lo splendore dell’estate ci lascia e dovremo tornare a rintanarci tra le quattro
    mura delle nostre case.
    Adesso, ha ancora più senso commuoverci insieme, davanti allo spettacolo del sole
    che tramonta sulla spiaggia dell’ Isola. La delicata sensibilità della Signora
    Piera ha ampliato e rilanciato il mio messaggio, condividendo il momento d’in-
    canto fermato nel video. Grazie infinite a Piera.

  4. In risposta a Piera. Purtroppo, non abito nell’isola che, come la mia Napoli, amo profondamente, ma dove, ogni volta che che vi faccio ritorno, in occasione del rinnovato incontro con i residenti, devo constatare, mio malgrado, che, tra scambi di amenità varie, se la conversazione cade su quanto faccia l’amministrazione di turno per risolvere questo o quel problema l’inevitabile e rassegnata risposta e’: “fann’ sulament’ chiacchiere”. La circolazione di idee, che attraverso questo blog, diretto dal bravo Guglielmo Taliercio, possiamo mettere in atto, data la libertà di espressione consentita, qualora venga utilizzata in maniera costruttiva può, forse, rappresentare un vantaggio per gli stessi politici al fine di tastare il polso dell’opinione pubblica e aumentare la consapevolezza delle scelte da privilegiare.
    Ringrazio ancora una volta la Signora Piera per la Sua gentile considerazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *