Home > procida > Per Procida: Decoro … che bella parola

Per Procida: Decoro … che bella parola

PROCIDA – (Comunicato stampa gruppo “Per Procida”) -Decoro … che bella parola. Troviamo condivisibile l’appello lanciato dall’Amministrazione ai cittadini per rendere decorosi gli spazi prospicienti le pubbliche strade in modo tale da rendere l’isola più bella e maggiormente vivibile da parte dei turisti. Quello che, invece, troviamo un affronto all’intelligenza dei cittadini, sempre di più comparse piegati ai voleri de “La Procida che Vorrei”, è vedere che l’amministrazione predica bene e razzola male. Già perché c’è da chiedersi: Cosa fa l’Amministrazione Comunale per rendere decorosi gli spazi pubblici? (Come al solito solo grazie ad “Operazione Primavera”, che pubblicamente ringraziamo, zone come la panoramica non si trasformano in una vera e propria boscaglia). Sono decorose le aiuole della stazione Marittima, biglietto da visita per i turisti, trascurate da mesi? Sono decorose le spiagge pubbliche lasciate al più completo abbandono? (eppure nel contratto con la Tekra la pulizia delle stesse è prevista). Sono decorose le strade dell’isola che, a partire dall’arteria principale di via Libertà, sono invase dalle erbacce? E’ decoroso, oltre che funzionale, vedere tutti i raccoglitori di acqua piovana ricolmi di sabbia e dai quali, qua e là, spunta l’erba? E’ decoroso che, alla vigilia della Pasqua, molti tratti di strada sono interessati da lavori? E’ decoroso che il proliferare delle strisce blu? E’ decoroso che, dopo due anni di questa “innovativa” amministrazione, che ha posto al centro del proprio programma elettorale la questione del traffico veicolare, non si sia mai discusso del problema, né con i cittadini né in Consiglio Comunale, non ci sia un piano complessivo e, anche per questo 2017, si andrà avanti a colpi di ordinanze?

Intanto a Terra Murata, mentre ci esercitiamo in faraonici convegni e non c’è ancora un’idea su cosa fare dell’ex struttura carceraria, la stessa se ne cade a pezzi con aggravi di spese per l’Ente e pericolo per la pubblica incolumità.

Potrebbe interessarti

Procida: Omaggio a Gaetanina e Antonio …Per non dimenticare

PROCIDA – Il 18 novembre 1995 l’infermiera del Presidio Ospedaliero di Procida, Gaetanina Scotto di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *