Procida. E' solo una questione di omertà

20110520-090818.jpg

di Rosanna Meglio

E’ solo una questione di omerta’. Ormai la mia isola sembra un paesino dell’entroterra siciliano dove nessuno sente, nessuno vede e nessuno parla.

E quest’omerta’ abbraccia un po’ tutte le situazioni. Omerta’ ma di cosa? Per cosa? Per tutto o quasi. Sono poche le persone che ci mettono la faccia e intanto l’isola va a puttane!

Iniziando dalla questione droga… la maggior parte dei nostri adolescenti ormai hanno il cervello bruciato, ma nessuno vede, nessuno agisce. Se si parlasse con i genitori? ” eeeee ma tu si pazz??? ma chi mio/a figlio/a???

Ti stai sbagliando” e neppure riesci ad insinuare un dubbio nelle loro teste, un tarlo che non li fa dormire la notte…e intanto tutto scorre nell’indifferenza! Quando mia madre si ammalo’ e scoprimmo che la causa era un brutto male, molte persone ci dicevano di star zitti di non dire niente a nessuno. Manco se fosse stata una punizione di Dio e che quindi tutti avrebbero capito che mia madre aveva offeso il suo operato!!! Invece parlare serve, serve agli altri ma soprattutto a noi stessi! E’ la mentalita’ della mia isola che veste alla moda, segue le tendenze ,ma e’ ancora tanto, troppo bigotta per far si che quest’omerta’ svanisca! Parlarne serve, piu’ di quanto uno possa immaginare…la nostra forza che in uno di questi momenti tragici sembra svanire, prende vita prende forza e diventa quasi un uragano che riesce a spazzare via ogni pregiudizio, a prescindere dal fatto che interessa noi stessi o un nostro caro! Specie per i ragazzi, non permettiamogli di rovinarsi il futuro, ci vuole poco per entrare in un tunnel dal quale sarebbe difficile poi uscirne…e perche’?? Perche’ si preferisce essere omertosi piuttosto che parlarne?? No! Svegliatevi genitori, se io fossi madre e avessi un figlio adolescente, non starei a casa a cullarmi sugli allori perche’ a mio figlio una cosa del genere non capitera’ mai!

Parlatene, per qualsiasi problema con gli altri genitori, controllate i vostri ragazzi quando rientrano a casa ….condividere un problema riesce ad abbattere anche i muri di pregiudizi che vi circondano!!! Sentitevi liberi anche con i problemi, non serve nasconderli e far finta che non esistano !! Facciamo della nostra isola l’isola tranquilla di un tempo, lasciamo un’eredita’ maggiore dei denari e delle case ai nostri figli e nipoti, facciamo in modo di scrivere un pezzo di storia per quest’isola ormai allo sbando…PARLIAMONE!!!

ROSANNA MEGLIO


Potrebbe interessarti

Federconsumatori Campania ha incontrato il Sindaco di Procida relativamente ai rimborsi dell’IVA applicata su TARSU – TIA

Martedì 24 aprile il Sindaco di Procida, Vincenzo Capezzuto ha incontrato il Presidente regionale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.