Procida in valigia, a Salerno parte un nuovo progetto

SALERNO – LA FLOTTA DI BARCHETTE fa parte di un progetto dal nome PROCIDA IN VALIGIA, ideato dalla Cooperativa Sociale “Laboratorio dei Pensieri Scomposti a r.l.” e patrocinato dal Comune di Procida, dalla Regione Campania, dal Comune di Salerno e dalla Provincia di Salerno.

Il progetto si inserisce in quello più ampio nazionale dedicato a PROCIDA Capitale della Cultura Italiana 2022.

“La nostra idea/percorso che verrà inaugurato il mese prossimo, durerà fino a Dicembre di quest’anno ed avrà risvolti anche nel 2023. Sono otto eventi che si svolgeranno a Salerno e saranno un omaggio della nostra città all’Isola di Procida.

E’ stato realizzato un progetto tra l’Unità Operativa di Salute Mentale di Salerno DSM, ASL Salerno in Via Bastioni e l’Istituto Comprensivo Giovanni Paolo II di Salerno con i plessi Luciani, Alemagna e Pirone, guidato dalla nostra Cooperativa che è presente da anni nel Centro di Via Bastioni come realtà riabilitativa.

Gli ospiti del Centro e le scuole, talvolta in sinergia altre in autonomia, hanno creato una serie enorme di disegni creativi legati al mare ed hanno realizzato con gli stessi disegni, delle meravigliose barchette di carta dalle dimensioni minime di pochi centimetri fino ad imbarcazioni di quasi un metro e mezzo, tutte creative e piene di colori.

Ne sono state realizzate in tutto 1300, barchette che saranno esposte come prima tappa, all’interno di tutta la Stazione Marittima di Salerno lungo il percorso che i turisti compiono quando sbarcano dalle navi.

L’idea, oltre ad essere omaggio nei confronti di Procida, intende sottolineare il senso di inclusione, di un collaborazione fattiva tra realtà diverse aprendo i ragazzi a nuove esperienze come quella relativa a cosa voglia dire essere Citta della Cultura Italiana. Non ultime, lo sviluppo della manualità, del rispetto delle tradizioni, peraltro tra i punti focali del percorso educativo.

Nel pomeriggio del 29 Luglio ci sarà una gara tra Costruttori di barchette a cui sono tutti invitati”.

Potrebbe interessarti

La Chiesa e la mancanza di vocazioni

Di Giacomo Retaggio Qualche giorno fa mi giunse un messaggio di don Vincenzo Vicidomini, parroco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.