Procida: L’isola di Arturo vista con gli occhi di un bambino.

di Francesco Marino

In questi giorni l’inserto napoletano del giornale/partito “La Repubblica” ha ospitato pagine promozionali che, giustamente, accendo i riflettori sulle isole di Ischia e Capri, trascurando, ancora una volta, la nostra isola. Tuttavia, in una scuola di Marano di Napoli, un bambino dagli occhi innocenti, nipote del grande liutaio partenopeo Gianni Fichera, in un tema che ci è pervenuto, così descrive Procida:
“Se avessi una macchina del tempo andrei nel 2004 quando ero a Procida. Andrei a ritrovare la signora dei gatti a casa del mio vicino (Maria Grazia) ed a casa di amici che venivano sulla barca a fare il bagno. Mi ricordo anche la pesca, li si che si pescava bene, mi ricordo di Francesco che mi aveva insegnato tutto.
Che bei ricordi! Mi ricordo le stradine, piene di reti, gente che scherzava: un Paradiso.”
Ecco questa è Procida nei ricordi di un bambino e ci adopereremo che da queste bellissime parole d’amore per la nostra isola si possa ricavarne un poster che offriremo al Sindaco di Procida affinché, se lo riterrà opportuno, possa diffonderlo attraverso tutti i canali comunicativi.

Potrebbe interessarti

palazzo della cultura procida e1453536754712

La VI ed. del Premio Violet “Tradizione e Cultura” dedicato ad Enrichetta Capobianchi

PROCIDA – Questo pomeriggio, con inizio alle ore 15,30, presso il Palazzo Della Cultura “La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *