Procida: Niente di nuovo per condono edilizio e demolizioni.

Speranze svanite. Non hanno superato il vaglio delle ammissibilità gli emendamenti al D.L. mille proroghe, primo firmatario il senatore Carlo Sarro (Pdl), che prevedevano la riapertura dei termini per il condono edilizio sul territorio nazionale, così come lo stop alle demolizioni in Campania. Lo hanno stabilito ieri i presidenti delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio del Senato.
L’ emendamento prevedeva la possibilità di una modifica alla Legge 326/2003, ammettendo nel 2011 la sanatoria delle opere edilizie realizzate entro il 31 marzo 2003 in aree tutelate dal Codice dei beni culturali e del paesaggio, D.lgs. 42/2004. Il condono avrebbe inoltre ammesso anche i soggetti che si erano precedentemente visti rigettare l’istanza di regolarizzazione. Per questo motivo si prevedeva la sospensione dei procedimenti sanzionatori di natura penale e amministrativa, anche se già avviati o riferiti a sentenze passate in giudicato. Una seconda parte dell’emendamento prevedeva che in Regione Campania sarebbero state sospese fino al 31 dicembre 2011 le demolizioni degli immobili realizzati in violazione dei vincoli paesaggistici a fini non speculativi e utilizzati come prima abitazione da soggetti sforniti di altro alloggio.

Potrebbe interessarti

ENTRA IN VIGORE IL TRATTATO ONU SULLA PROIBIZIONE DELLE ARMI NUCLEARI

PROCIDA – Il 22 gennaio 2021, è il giorno che può passare alla storia come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.