Procida: “Non ci possono negare di andare al San Paolo”

Saremo anche nel terzo millennio ma, per chi abita a Procida ed Ischia, è ancora molto complicato andare allo stadio San Paolo, che in linea d’area sarà a pochi kilometri, in quanto il trasporto marittimo da è per la terraferma è lacunoso. In un articolo di Domenico Ambrosino per “IL Mattino”, il medico Pasquale Tramontano, presidente del “Napoli Club – Isola di Procida” spiega che: “Non ci possono negare di portare al San Paolo l’onda calda dei tifosi delle isole. Quando abbiamo constatato che le prossime gare casalinghe, decisive per la corsa scudetto, che il Napoli disputerà con Udinese (17 aprile), Genova (20 aprile), Inter (15 maggio) avverranno tutte di sera, abbiamo deciso di spingere le autorità dei comuni delle isole di Procida (di cui già abbiamo riportato la nota inviata alla Regione Campania) ed Ischia ad intervenire. Nei prossimi giorni il nostro movimento prenderà contatti anche con il presidente De Laurentis per chiedere sostegno e rispetto. Noi – conclude Tramontano – seguiamo il Napoli da una vita. Siamo andati al San Paolo quando giocava in Serie C, ora ci impediscono di poterlo vedere ed incoraggiare quando sta per spiccare il grande salto in Coppa dei Campioni”. C’è da dire che la Regione Campania, nel recente passato, è stata gratificata dalle benedizioni e lodi dei tifosi procidani ed ischitani, quando ha istituito una corsa speciale di un traghetto in occasione della partita di coppa Napoli – Villereal.

Potrebbe interessarti

Tanti auguri Michele Autuoro

di Annarosaria Meglio Gioia immensa nel mio cuore per la grazia che il buon Dio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.